Live Sicilia

CAOS SULLA PEDONALIZZAZIONE

Piazza Bellini, niente auto
Orlando revoca l'ordinanza

auto, comune palermo, giuseppe milazzo, nadia spallitta, ordinanza, piazza bellini, posteggi

Piazza Bellini riapre alle vetture di giunta e Sala delle Lapidi. Ieri. Oggi la retromarcia. Il sindaco ha revocato l'ordinanza.

VOTA
1.5/5
24 voti

Retromarcia dell'amministrazione comunale su piazza Bellini. Dopo l'ordinanza dell'assessore Giuseppe Barbera dello scorso maggio, una delle prime della nuova era Orlando, che vietava il parcheggio di autovetture su tutta piazza Bellini per evitare che la piazza monumentale si trasformasse nel parcheggio privato degli uomini dell'amministrazione, oggi l'improvviso cambio di rotta.

Con ordinanza comunale, infatti, è stato disposto che verrà sì assolutamente vietato il parcheggio in piazza Pretoria a tutti, eccezion fatta però per le auto di ordinanza di sindaco e presidente del consiglio comunale ed eventuali auto di scorta, pena la rimozione coatta del mezzo, ma che, di contro, piazza Bellini, potrebbe tornare il comodo parcheggio di un tempo durante le sedute di consiglio.

Si legge infatti, nell'ordinanza, che gli “stalli” nella piazza del teatro Bellini e delle chiese di San Cataldo, di Santa Caterina e della Martorana, saranno riservati “esclusivamente alle auto di servizio degli assessori comunali quando sarà prevista la loro presenza istituzionale presso gli uffici di palazzo di Città, nonché alle auto dei consiglieri comunali esclusivamente durante le sedute del consiglio comunale, fatta eccezione dei soli stalli riservati ad altre categorie”. Tornano quindi, seppur sporadicamente, le auto in piazza Bellini.

Un'ordinanza che ha già suscitato le prime polemiche. “Ecco l'Orlando della demagogia – ha dichiarato Giuseppe Milazzo, consigliere del gruppo del Pdl – che prende in giro la gente dicendo una cosa e facendone un'altra. Vogliono togliere nuovamente la piazza ai cittadini. Presenterò in consiglio una mozione affinché venga revocata l'ordinanza e restituita la piazza alla comunità”. “Si tratta di un'ordinanza temporanea – ha risposto la vicepresidente del consiglio comunale Nadia Spallitta, fra le maggiori sostenitrici delle pedonalizzazioni – finché non si risolverà il problema dei parcheggi del centro storico non si potrà fare altrimenti. Non si tratta di un odioso privilegio, ma di una prerogativa che serve per consentire ai consiglieri di svolgere meglio le proprie funzioni. Inoltre i consigli comunali si tengono solo una volta alla settimana, in orario serale, quindi si tratta di provvedimento episodico”. “La vera carenza – ha continuato la Spallitta – è stata quella di un consiglio comunale che in questi anni non è stato in grado di approvare un Piano urbano del traffico. Una volta rielaborato il Put, mi appellerò al consiglio affinché questo si possa adottare al più presto risolvendo questa ed altre criticità”.

Aggiornamento, contro-retromarcia.
Il comunicato del sindaco: "Con riferimento all'Ordinanza DIRIGENZIALE predisposta dall'Ufficio del Centro Storico, appena avutane notizia stamattina, ne ho ordinato l'immediata revoca, confermando la pedonalizzazione della Piazza e chiedendo al Comandante della Polizia Municipale che sia prestata la massima attenzione all'attuazione del provvedimento originario che prevede la pedonalizzazione".

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento