Live Sicilia

ALIMENTARE

I prodotti tipici siciliani
attirano anche i russi

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
Grande successo di pubblico e l'apertura di un ponte verso nuovi mercati internazionali: si chiude con un bilancio estremamente positivo la 19/a Fiera regionale del salame e dei prodotti tipici agroalimentari siciliani, che si è tenuta dal 3 al 5 agosto a Sant'Angelo di Brolo, nel cuore dei Nebrodi.

Oltre 7 mila persone hanno visitato i 50 stand di prodotti agroalimentari (dal salame Sant'Angelo alla birra artigianale di Sciacca, dal pistacchio di Bronte al caciocavallo ragusano ai prodotti di suino nero dei Nebrodi) allestiti nell'ambito dell'iniziativa promossa dal comune di Sant'Angelo e dall'ufficio Suap, con il contributo dell'assessorato regionale alle Attività produttive. "Siamo pienamente soddisfatti - dice il sindaco Basilio Caruso - abbiamo registrato l'apprezzamento dei tanti visitatori e turisti, e anche degli espositori che hanno riconosciuto il valore di questa vetrina. Già nelle prossime settimane inizieremo a lavorare all'organizzazione della prossima edizione: l'obiettivo è continuare a crescere e migliorare questo appuntamento che rappresenta un trampolino di lancio per i nostri prodotti e per la nostra città".

Fra i visitatori della Fiera c'erano anche alcuni ospiti d'eccezione: i rappresentanti del 'Gruppo Land 24', società di San Pietroburgo, titolare di sette ipermercati in Russia. Con loro Giuseppe Bono, della compagnia Temis che si occupa della gestione di servizi nel settore alimentare e turistico in Russia ed esclusivista per l'Italia della Fiera alimentare Interfood di San Pietroburgo. "In Sicilia ci sono molti prodotti di qualità che hanno tutte le carte in regola per poter conquistare nuovi mercati - dice Bono - ma quando si introducono prodotti in un mercato straniero bisogna fare i conti con le regole locali, che vanno rispettate. Siamo venuti a Sant'Angelo di Brolo per conoscere il salame e gli altri prodotti: abbiamo avviato un rapporto di collaborazione, ci auguriamo possa portare a buoni risultati". "Abbiamo aperto un ponte con un mercato estero di primissimo piano - dice l'assessore allo sviluppo economico del Comune di Sant'Angelo di Brolo, Tindaro Germanelli - abbiamo attivato contatti importanti, il nostro intento è avviare un canale per la commercializzazione del salame Sant'Angelo e dei nostri migliori prodotti agroalimentari in un mercato di assoluto interesse come quello russo".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php