Live Sicilia

Sul nuovo numero di "S"

Delitto Fragalà, nuova pista:
interrogato un rom

VOTA
5/5
3 voti

enzo fragalà, omicidio, rom, Cronaca
La nuova pista investigativa scandaglia sempre l'ambito professionale di Enzo Fragalà. Stavolta, però, affonda le radici nel mondo dei rom. Il nuovo sospettato per l'omicidio del penalista palermitano è, infatti, uno zingaro. A fare il suo nome è stato un detenuto palermitano con cui è stato messo a confronto, e in gran segreto, nei giorni scorsi. I suoi movimento sono stati seguiti dai carabinieri del Nucleo investigativo. Difficile dire se le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Maurizio Scalia e dai pubblici ministeri Antonino Di Matteo e Carlo Lenzi, siano ad una svolta. Di certo la pista investigativa del cliente rom insoddisfatto viene presa in seria considerazione: l'uomo, nei giorni scorsi, è stato interrogato. Questo non vuol dire che siano state abbandonate le altre ipotesi.

Dal delitto commissionato dai boss emergenti di Cosa nostra all'attività parlamentare del noto penalista palermitano: si continua a lavorare senza sosta e, soprattutto, lontano dai riflettori. Il mensile "S", in edicola da oggi e acquistabile online, svela i nuovi sviluppi investigativi sul delitto del 23 febbraio 2010. Enzo Fragalà era appena sceso dal suo studio di via Nicolò Turrisi, di fronte al Palazzo di Giustizia. Un uomo con il volto coperto da un casco integrale lo aggredì con un bastone. Un colpo alle gambe per bloccarne la fuga. E poi altri colpi alla testa mentre la vittima cercava di proteggersi inutilmente con le braccia. Una ferocia inaudita su cui non è stata ancora fatta luce.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php