Live Sicilia

Pallanuoto

Pallanuoto, Telimar-Lazio
è la finale play-off

VOTA
0/5
0 voti

finale pallanuoto, lazio, pallanuoto, play off, telimar, Sport
Il Telimar dovrà affrontare l’ultimo scoglio per salire nella massima serie pallanuotistica. E sì, perché di un vero e proprio scoglio si tratta, dato che l’avversario da affrontare sarà tutt’altro che semplice: si tratta infatti di quella Lazio capace di vincere il girone Sud di serie A2 e di qualificarsi ai play off come miglior squadra del gruppo centro-meridionale. I laziali hanno avuto qualche difficoltà di troppo a sbarazzarsi di Trieste in semifinale, sconfitta definitivamente soltanto ieri in gara 3, mentre i palermitani, anche un po’ a sorpresa, contro Torino hanno avuto bisogno soltanto di due confronti per guadagnare il pass per la finale.

Ufficiali anche le date in cui Telimar e Lazio si giocheranno la promozione in A1, con i laziali che avranno il vantaggio di giocare in casa gara 1 e l’eventuale gara 3 per via della miglior posizione di classifica al termine della regular season: si comincerà sabato prossimo, il 23, con gara 2 in programma mercoledì 27 giugno e l’eventuale gara 3 che si giocherebbe sabato 30 giugno. Per la cronaca, le altre due formazioni che si giocheranno il salto di categoria nell’altra finale sono il Brescia e la Promogest di Quartu Sant’Elena, in provincia di Cagliari.

I ragazzi di mister Occhione, intanto, continuano ad allenarsi, ben consci che un avversario come Trieste sarebbe stato più abbordabile (il Telimar avrebbe giocato in casa gara 1 ed eventuale gara 3), ma consapevoli del fatto che la Lazio non è imbattibile. Nelle gare valevoli per le semifinali si sono distinti particolarmente giocatori come Zubcic, decisivo in gara 1 con una doppietta realizzata nel quarto tempo che ha permesso ai palermitani di imporsi a Torino, e capitan Fabrizio Di Patti, autore di ben tre reti alla piscina comunale proprio contro i piemontesi.

Ma andiamo a conoscere meglio i prossimi avversari della squadra palermitana: la Lazio è stata una squadra capace di mettere tutti in fila nella regular season del girone sud di serie A2, vincendo facilmente il campionato anche a scapito della Promogest, unica squadra in grado di tenergli testa fino alla fine. Allenati da mister Ciocchetti, i laziali hanno avuto qualche difficoltà di troppo a sbarazzarsi di Trieste, vincendo gara 1 per 10-8, perdendo, però, il secondo match con il punteggio di 6-4 e vincendo nuovamente in gara 3, sempre col punteggio di 10-8. Uno dei giocatori sicuramente di maggior talento tra i prossimi avversari del Telimar è Leporale, capace di mettere a segno nove reti tra gara 1 e gara 3, ma guai a dimenticare gente come Pappacena, Petronio, Latini, Gianni, Maddaluno e così via.

Della Lazio ci ha parlato, in un’intervista esclusiva rilasciataci qualche giorno fa, il presidente del Telimar, Marcello Giliberti: “Abbiamo vinto fuori casa con la Lazio in campionato (13-12 il punteggio, ndr), in un campo difficilissimo, e da quel momento abbiamo capito di potercela giocare con chiunque. Quella del Foro Italico non è una piscina facile, tra l’altro da un lato quella pisciina consente di toccare, quindi chi è abituato a giocare lì, riesce a spingere perché riesce a sfruttare questa peculiarità della vasca, ma per noi che ci giochiamo due volte l’anno è diverso, non riusciamo a sfruttarla. Quindi definirei questa vasca come antipatica, ma sicuramente meglio incrociare loro in finale, rispetto alla Promogest, perché i laziali hanno offerto in campionato delle performance più altalenanti”. Insomma, i ragazzi del presidente Giliberti hanno già espugnato il Foro Italico durante la regular season, quindi la ricetta vincente esiste; ora si tratta semplicemente di ripassare la lezione e di metterla in pratica".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php