Live Sicilia

Dal 30 marzo in edicola

Con I Love Sicilia “Pornozeus”,
il romanzo d'esordio di Vincenzo Sacco

VOTA
0/5
0 voti

I Love Sicilia, pornozeus, vincenzo sacco
Un viaggio interiore, in cui il tempo si dilata e si contrae insieme al ricordo, nel tentativo di sanare il rapporto conflittuale con un padre-padrone. Un desiderio di morte vissuto come una sfida contro la sorte e giocato come una roulette russa in cui ogni colpo di pistola inesploso si trasforma in un flashback. Così Calogero, il giovane attore protagonista di "Pornozeus", ricostruisce la propria vita: la rottura con la famiglia, l'esperienza del teatro, la figura del “Maestru”, padre putativo e motore nascosto della vicenda. E ancora, la contrapposizione tra l'inquietante zia, “fimmina niura” dell'immaginario popolare siciliano, e l'anticonformista Aurora. Sullo sfondo, l'opera innovativa che Calogero dovrebbe interpretare in teatro, quel "Pornozeus" che crudamente vuole mettere in scena la metafora di una Sicilia chiusa in un immobilismo atavico, in cui ogni cambiamento è tanto bramato quanto irrealizzabile, tanto disperatamente irraggiungibile da spingere quasi alla bestemmia.

Questa è la trama del romanzo d'esordio di Vincenzo Sacco, “Pornozeus” (Novantacento, 144 pagine, 9, 90 euro). Il volume, con la prefazione di Marcello Benfante, sarà in edicola dal 30 marzo in allegato con il nuovo numero di I love Sicilia nelle province di Palermo e Trapani.

Il libro sarà presentato domenica 1 aprile alle 18 a Villa Fiilppina (piazza San Francesco di Paola, 18 – Palermo). Sempre in allegato con il nuovo numero di I love Sicilia, i lettori di Catania troveranno invece “Come un castello di sabbia” di Vincenzo Lo Re (Novantacento, 116 pagine, 5,00 euro), un giallo che mescola gli scenari internazionali tipici della spy story, il meccanismo del mistery e le atmosfere del legal thriller. Con uno stile che rivela sempre una punta di ironia, l'autore, avvocato penalista e difensore di parte civile di Davide Grassi nel processo per l'omicidio del padre, Libero, racconta una storia che ricorda alcune pagine oscure della cronaca recente, intrecciando affari loschi, luoghi della memoria e caratteri che rispecchiano manie e debolezze del nostro tempo.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php