Live Sicilia

Parlano Granata e Briguglio

Anche Fli attende il rinvio a giudizio
"Lombardo trarrebbe le conseguenze"


carmelo briguglio, fabio granata, iblis, raffaele lombardo, Cronaca, Politica
Anche Fli frena. I finiani rinviano la possibilità di una crisi alla decisione del gup che dovrà esprimersi sulla richiesta di rinvio a giudizio nei confronti di Raffaele Lombardo: "Conosciamo Raffaele Lombardo - dicono Fabio Granata e Carmelo Briguglio, rispettivamente numero due nazionale e coordinatore regionale del partito - e sappiamo, anche dai suoi atti di governo condivisi da assessori come Caterina Chinnici e Massimo Russo, che è persona ben diversa sia del maestro della Santelli, Cesare Previti, sia dall'ex ministro Romano e dai suoi amici come Pippo Gianni e si comporterà anche in questa circostanza con correttezza e coerenza rispetto alla complessa vicenda giudiziaria che lo riguarda, se e quando dovesse perfezionarsi il rinvio a giudizio".

Briguglio, poi, preferisce entrare più nel merito. "Sono convinto - dice il coordinatore regionale di Fli - che Raffaele Lombardo non è mafioso nè complice di mafiosi e dai rapporti politici e umani che ho intrattenuto con lui ne ho tratto la convinzione profonda di persona e presidente della Regione corretto e onesto”. Per questo, Briguglio chiede alla magistratura"serenità e celerità, per dirci la verità su una vicenda giudiziaria che è complicata e sui generis".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php