Live Sicilia

CLAUDIO FAVA (SEL)

"La politica è spesso crudele e misera
E c'è chi mette le mani sulla protesta"

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
"Spesso è crudele, codarda, misera. Ma la politica esiste ancora. Si tratta di emendarla dai peggiori aggettivi che l'hanno accompagnata negli ultimi anni della sua storia. Ma c'è”, dice Claudio Fava, deputato europeo e coordinatore nazionale di Sinistra e Libertà. “Io sono figlio di una politica che significava ‘noi’. Oggi significa ‘Io’”, dice, anche se chiarisce: “Non voglio fare delle generalizzazioni. Ma prima c'era una grande storia corale e collettiva dietro, oggi si è pronti a vendere l'anima per una poltrona”.

Ma quando sono cambiate le cose? Quando dal “noi” si è passati all'”Io”? “Da quando si è squagliato il sistema dei ricchi partiti che era corrotto. Direi dopo la prima Repubblica, è da allora che si è tutto sbriciolato, e quello che è rimasto è stato solo l'interesse alla sopravvivenza personale. Così è come se oggi la politica si dovesse sempre dare un nome e cognome per essere credibile agli occhi del cittadino”.

E continua: "La protesta di questi giorni è emersa da una disagio fortissimo, è la disperazione di chi si vede sempre in coda, nasce contro una politica sbagliata perché non c'è stata. O meglio, è stata grossolana. Solo che c'è già chi ci sta mettendo le mani sopra, stiamo assistendo a molti che cercano di infiltrarsi, di strumentalizzarla, di metterci un cartello sopra, una firma: ci sta tentando la destra più becera, ci sta tentando un pezzo della criminalità organizzata”. “Ma un ritorno a quel "noi" è possibile. Si dovrebbe solo tornare a rappresentare il paese reale con le sue pulsioni, i suoi valori, le sue passioni. Tornare ad un ruolo di cambiamento e non di conservazione. Un luogo di verità e non di opportunismo”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php