Live Sicilia

L'attacco di Toto Cordaro (Pid)

"Lombardo liquida Sicilia e-Servizi"


cordaro, lombardo, sicilia e-servizi, Cronaca, Politica
“Raffaele Lombardo che è il peggior presidente della Regione di tutti i tempi, con un atto di imperio si appresta lunedì prossimo a mettere in liquidazione una delle società più importanti per il funzionamento dell’amministrazione regionale, qual è Sicilia e-Servizi".

Ad annunciarlo è il vice capogruppo all'Ars del Pid Toto Cordaro: "Del resto - aggiunge Cordaro - non ci stupisce questa iniziativa perché dalle azioni di Lombardo abbiamo compreso cosa significhi immobilizzare la macchina amministrativa regionale, non fare nulla per contrastare il fenomeno crescente della disoccupazione in Sicilia, porre in essere governi trasformistici a sua immagine e somiglianza, occupare i posti di potere in tutte le sue forme, far scappare le imprese, e continuare a mortificare la Sicilia e isiciliani. Ma su Sicilia e-servizi - affonda Cordaro - l’azione di Raffaele Lombardo appare ancor più scellerata, in un momento di grave crisi economica internazionale se si pensa che dalla liquidazione della società conseguirà l’ennesima perdita di posti di lavoro, che non farà altro che aggravare le già precarie condizioni della nostra economia".

E l'attacco di Cordaro non finisce qui: "Stupisce - prosegue - che in un momento di in cui il governo regionale dovrebbe promuovere azioni di crescita e tutela dell’occupazione assistiamo al paradosso per cui è la stessa amministrazione regionale a mettere in strada altre 100 famiglie. Convinti che tale agire arrechi all’amministrazione regionale un grave pregiudizio esponendo la stessa a gravi responsabilità per danno erariale, che finirà per ricadere su tutti i contribuenti siciliani, e che la messa in liquidazione di una società costituita con legge regionale possa essere disposta solo con una norma di pari rango, stiamo accertando se non si sia in presenza di un vero e proprio abuso in atti d’ufficio, compiuto da Raffaele Lombardo”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php