Live Sicilia

Verso le amministrative

E il Pd fa Crac su Rita


antonello cracolici, giuseppe lupo, pd, rita borsellino, speciale palermo 2012, Politica
E alla fine Antonello Cracolici disse apertis verbis quello che già tutti da un pezzo avevano bene inteso. Lui e Lumia e gli altri esponenti del Pd da sempre più propensi al dialogo con Lombardo
non sosterranno Rita Borsellino. Un segreto di Pulcinella che ora viene scritto nero su bianco con una dichiarazione dettata dal capogruppo ai quotidiani oggi in edicola. La spaccatura nel Pd è servita e in scena, alle amministrative della primavera prossima, a Palermo potrebbe andare il copione visto qualche mese fa a Bagheria. Dove lumiani e cracoliciani andarono con Lombardo, buscandole di brutto per la cronaca, dividendosi da Lupo e dal resto del Pd. “La Borsellino ha idee e obiettivi diversi da quelli del Pd”, dice Cracolici, che rinfaccia al segretario Giuseppe Lupo la linea votata dal partito, che è quella di lavorare per un allargamento della coalizione e per rafforzare il dialogo col terzo polo. E invece Rita Borsellino, scelta da Bersani e Lupo, di Terzo polo manco vuol sentirne parlare, con un'inamovibilità da pasdaran che da giorni sembra aver messo parecchio in imbarazzo Giuseppe Lupo, che ammette: “Non possiamo essere fuori dal mondo”. La mediazione che il segretario tenterà è quella di un accordo da realizzare al ballottaggio sul modello milanese.

Insomma, la bomba Rita è scoppiata in mano al segretario e a un sempre più silente Sergio D'Antoni. E adesso Cracolici e Lumia si dicono pronti a prendere il largo. Magari per sostenere un candidato del terzo Polo. Si parla sempre di Gaetano Armao, Massimo Russo e Caterina Chinnici (la più gradita a Lumia). Ma come Livesicilia ha scritto qualche giorno fa, l'asso nella manica è piuttosto il prefetto Giosuè Marino, che in una corsa contro la Borsellino e magari Leoluca Orlando, trasformerebbe la tornata elettorale in una grande parata dell'antimafia doc. Si dice che Cracolici stia già lavorando da un po' alle sue liste “Demos” per correre in autonomia anche al consiglio. A dargli man forte secondo i quotidiani di oggi sarebbero pronti gli ex margheritini di Innovazioni.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php