Live Sicilia

Orchestra sinfonica

Palermo, ecco "Musicaingioco"

VOTA
0/5
0 voti

E' stata presentata 'Musicaingioco', l'iniziativa della Fondazione Orchestra sinfonica siciliana riservata ai bambini dai 6 ai 13 anni. Il progetto punta a educare attraverso la musica e nasce da un'idea di Francesco Di Mauro. "Si tratta - ha spiegato, nel corso della presentazione di oggi, nel teatro Politeama, a Palermo - di un programma di avviamento alla conoscenza della musica, che ha lo scopo di favorire la crescita culturale, morale e sociale degli alunni delle scuole elementari e medie inferiori, sollecitandoli a una presa di coscienza dei valori della vita in una società caratterizzata da continui cambiamenti". Il progetto risponde a un'esigenza di crescita culturale dei giovani, per rafforzarne la personalità, lo spirito critico, l'autostima, in modo da sviluppare valori sociali e di aggregazione diversi da quelli attuali. Diretto ai ragazzi dai 6 ai 13 anni, permette loro di accedere a contenuti culturali che contribuiscono significativamente allo sviluppo di capacità, come il ragionamento, la comprensione dei sentimenti e delle emozioni, la comunicazione, la conoscenza degli strumenti musicali. "Lo avevo annunciato all'inizio della stagione 2009 che l'educazione musicale dei giovani sarebbe stato un mio obiettivo prioritario - spiega la sovrintendente della fondazione, Ester Bonafede -. L'idea iniziale di realizzare il teatro dei bambini ha preso corpo con 'Musicaingioco', che è un laboratorio culturale a 360 gradi. Colgo l'occasione anche per invitare le famiglie agli appuntamenti domenicali con questa iniziativa". "Il progetto farà conoscere ai più piccoli la musica, attraverso la fiaba e il racconto - aggiunge Di Mauro -. I ragazzi non saranno spettatori passivi, ma attori dello spettacolo, e 'giocheranno' con la musica attraverso il disegno, il collage, la cartellonistica, la danza, il canto e il coro". 'Musicaingioco' sarà realizzato grazie alla collaborazione tra la Sinfonica siciliana, l'Accademia delle Belle arti e il Conservatorio di Palermo. "Per la prima volta - conclude Di Mauro - tre istituzioni prestigiose si uniscono, mettendosi 'in gioco' per educare i ragazzi attraverso la musica".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php