Live Sicilia

Ragusa

Asp, tre dipendenti arrestati
Sono accusati di truffa e peculato

VOTA
0/5
0 voti

arresto, asp, assenteismo, ragusa, Cronaca
Tre dipendenti dell'Azienda sanitaria provinciale di Ragusa sono stati arrestati dalla polizia di Modica con l'accusa di peculato e truffa continuata nel tempo. Sono Francesco Roccaro, 51 anni, medico sportivo, in servizio presso il Cup di via Moro a Modica, Concetta Baglieri, 49 anni e Elena Maria Grazia Scivoletto, 47 anni, entrambe collaboratrici di Roccaro. Per le due donne il gip ha concesso gli arresti domiciliari. Le indagini, svolte dagli uomini del commissariato di Modica, sono iniziate nel 2009, nell'ambito di servizi mirati a reprimere il fenomeno dell'assenteismo nelle pubbliche amministrazioni. Tra i dipendenti che erano soliti allontanarsi illegittimamente dal posto di lavoro venivano posti sotto osservazione il medico le sue collaboratrici dell'ufficio di Medicina dello sport. Le indagini hanno appurato diverse ore di assenze, inoltre al medico viene contestato il fatto che svolgeva attività di intramoenia nella struttura dell'Asp ma senza emettere alcuna ricevuta fiscale in totale evasione facendo uso abusivamente delle attrezzature dell'azienda.

 Roccaro è stato incastrato perché, secondo gli investigatori, si trovava in vacanza a Malta nel luglio del 2009 ma risultava regolarmente al lavoro, avendo effettuato addirittura 4 ore e 52 minuti di straordinario. Da quel momento la Polizia ha iniziato un'attività di pedinamenti e osservazioni dirette con l'installazione di due telecamere, autorizzate dalla Procura, che hanno permesso di acquisire oltre 640 ore di registrazioni - video contenute in 143 dvd e realizzate nell'arco di un mese con le immagini di timbratura dei badge dei tre dipendenti e l'ingresso degli uffici di Medicina Sportiva. Con l'installazione delle due telecamere è stato appurato anche che alcuni dipendenti attestavano per altri la presenza in ufficio di colleghi che invece sistematicamente abbandonavano il posto di lavoro. L'inchiesta della Procura non si è conclusa e nelle prossime settimane altri 22 dipendenti del Centro Unico di Prenotazione di Modica dell'Asp saranno interrogati. Per loro si profila l'accusa di truffa continuata nonché la sospensione dal lavoro.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php