Live Sicilia

L'intervista al presidente Cascio

L'autunno caldo dell'Ars:
"Sì ai tagli, ma con giudizio"


ars, Francesco Cascio, raffaele lombardo, regione, sicilia, Politica
“Si preannuncia un autunno caldo”. Così il presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana,
Francesco Cascio, sintetizza i prossimi appuntamenti in calendario alla ripresa dell'attività di sala d'Ercole. “Sicuramente il tema all'ordine del giorno, vista anche l'attualità parlamentare, è il contenimento dei costi della politica. Aspettiamo di vedere cosa uscirà dalla manovra di Tremonti. La tabella H? Sono contrario a tagliarla per intero. Le voci, tra virgolette, 'clientelari', quelle cioè che potrebbero risultare superflue, non sono più di tre o quattro milioni di euro, su un totale di circa 50 milioni".

Cosa prevedete in tema di tagli ai costi alla politica?
"Intanto abbiamo già preso alcuni provvedimenti, come l'aver abolito i buoni pasto per i deputati, e l'aver tagliato l'aggiornamento culturale (da circa 6.000 euro l'anno, ndr) per gli ex deputati che non percepiscono il vitalizio. Altra novità appena introdotta è l'innalzamento da 50 a 100 euro del contributo al fondo di solidarietà che ogni deputato versa mensilmente”.

I prossimi tagli previsti?
“Il taglio più grosso è quello previsto dalla legge sulla riduzione dei parlamentari dagli attuali 90 a 60. Il ddl non è ancora stato calendarizzato, ma io stesso ho dato massima priorità alla norma nella conferenza dei capigruppo, che si terrà la settimana prossima. Trattandosi di una legge-voto, è necessario che il suo percorso in Assemblea sia piuttosto celere, altrimenti non ci sarebbe il tempo per l'approvazione alla Camera e al Senato”.

Quali altre leggi saranno discusse a sala d'Ercole entro dicembre?
“Oltre al ddl sulla riduzione del numero dei parlamentari, certamente discuteremo il disegno di legge sullo sviluppo agricolo, riporteremo in Aula la riforma delle Asi, e poi sarà il momento della legge finanziaria, che dovrà tenere conto delle rimodulazioni previste da Roma. E poi, già in calendario per il 21 settembre, c'è la mozione di censura a Massimo Russo. Tutto questo, fermo restando che nuovi input potrebbero arrivare dal governo. Insomma, si preannuncia un autunno piuttosto caldo”.

A proposito di tagli, in molti invocano l'abolizione della cosiddetta ex tabella H.
“L'abolizione della tabella H sembra essere la panacea di tutti i mali, molto spesso viene chiamata in causa con troppa superficialità, chi ne parla spesso non sa realmente cosa sia. Ci sono tutta una serie di voci destinate al sociale, che riguardano i portatori di handicap, lo sport, gli istituti per ciechi, per sordi, per cerebrolesi, le associazioni delle vittime di mafia, la cultura, i teatri... Le voci cosiddette, tra virgolette, 'clientelari' non sono più di tre o quattro milioni di euro, su un totale di circa 50 milioni. Tutto il resto non si può azzerare. La voce che potrebbe essere compressa, insomma, è minimale. Per il resto andremmo a tagliare iniziative degne di merito. Sono contrario al taglio indiscriminato di questi fondi”.

Lombardo ha annunciato un nuovo vertice di maggioranza per discutere le problematiche del governo tecnico. Quali sono a suo avviso?
“Non voglio entrare nelle formule politiche a cui starà pensando Lombardo, quelle sono sue competenze. Forse la pecca maggiore sta nel fatto che questo governo tecnico non ha avuto sufficiente dialogo col Parlamento. La riforma delle Asi in questo senso è emblematica. Ammesso che si cambierà giunta, quello che mi sta a cuore è che le frizioni che ci sono state negli ultimi mesi non abbiano più luogo. Abbiamo in calendario norme molto importanti e mi auguro che non ci siano falle nella maggioranza. Per portare avanti queste leggi di sviluppo l'Assemblea ha bisogno di una maggioranza solida”.

E lei crede che riusciranno gli alleati di Lombardo a mantenere la coesione?
“Me lo auguro per la Sicilia. Per le risposte che questa maggioranza potenzialmente può e deve dare alla Sicilia e ai siciliani”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php