Live Sicilia

Sotto la lente anche le consulenze

Su Sicilia e-servizi indagano
Procura e Corte dei conti


parentopoli, sicilia e-servizi, Politica
La vicenda dello "stipendificio" di Sicilia e-servizi - di cui vi abbiamo parlato ieri - è sul banco della procura della Repubblica di Palermo e di quella della Corte dei conti. I magistrati vogliono vederci chiaro sulle dinamiche della spa a capitale misto che dal 2006 a oggi ha usufruito di commesse per 400 milioni. E' la "new economy" in salsa siciliana, come scrive Emanuele Lauria su la Repubblica di Palermo.

Martedì i finanzieri del nucleo di polizia tributaria hanno ascoltato il deputato del Pdl Fabio Mancuso, firmatario di un'interrogazione in cui si paventavano gravi irregolarità nella gestione della società a favore dei privati (Accenture e Engineering) che avrebbero "prestato" manager con tariffe da mille euro al giorno.

La Corte dei conti indaga, invece, sulle spese sostenute dalla società per l'aggiornamento di una banca dati giuridica costato 4 milioni e 200 euro. E, per questa ragione, il ragioniere generale Vincenzo Emanuele è stato citato in giudizio per un presunto danno erariale di 783 mila euro.

L'ultimo fronte d'indagine, però, è quello del "ripopolamento" della società che vorrebbe far transitare 124 dipendenti da un posto a tempo determinato a uno a tempo indeterminato. Dipendenti che, per la maggiore, sono collegati a politici, come scritto ieri. Oggi, però, Repubblica ritorna sull'argomento e aggiunge nuove indiscrezioni sui fogli paga della spa.Come il consulente Ivan Niosi, giovane professionista di Castell'Umberto (piccolo comune che ha dato i natali a Enzo Emanuele) che ha avuto, il primo giugno, un incarico trimestrale da 19.500 euro lordi per "sviluppo di nuove ideeprogettuali". O come Marcello Giglio, fratello di un dirigente che coordina i sistemi informativi alla Regione. Infine un'impresa genovese, la Boardless, che ha incassato 230 mila euro più iva per una ricerca di mercato e l'organizzazione di meeting in Italia e in Libia per la realizzazione di un cavo sotterraneo fra i due paesi.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php