Live Sicilia

LA DENUNCIA DELLA FIT-CISL

"Sprechi all'Ast"

VOTA
0/5
0 voti

ast, fit cisl, sicilia, Cronaca
Secondo la Fit Cisl, "mentre l'Ast vive una preoccupante situazione economica che mette a rischio il futuro dei lavoratori e del servizio per i cittadini, la dirigenza continua a portare avanti una politica degli sprechi pagando la reperibilità al personale amministrativo e togliendola agli autisti di Palermo, Messina e Trapani che invece, per le mansioni svolte e l'essenzialità del servizio, dovrebbero usufruirne". La denuncia è del segretario generale del sindacato Amedeo Benigno, che torna così a criticare quelli che a suo giudizio sarebbero gli sprechi che rendono ancora più difficili le condizioni economiche dell'Azienda siciliana trasporti. Benigno sostiene che "continuano i favoritismi mentre agli autisti non viene garantito il livello di reddito. La reperibilità nel complesso costa alle casse dell'azienda ogni anno ben circa 200 mila euro. Gli amministrativi che a vario titolo la percepiscono ottengono circa 350 euro mensili in busta paga, mentre l'autista deve sudare almeno per altre due ore al giorno alla guida per poter raggiungere la stessa cifra, non contando poi che lo straordinario, le trasferte e le diarie vengono sempre percepiti dagli 'amici'". E il segretario generale della Fit Cisl Sicilia conclude: "Chiediamo ancora una volta di conoscere i nomi di coloro che percepiscono la reperibilità mediante una pubblicazione delle loro buste paga evitandoci, per favore, la 'foglia di fico' della privacy, si parla infatti di denaro pubblico e lo sperpero può e deve essere giustificato alla Corte dei Conti".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php