Live Sicilia

Miccichè vs Lombardo, i motivi della rottura

Ma che freddo fa


governo, lombardo, micciché, Politica
I giornali hanno scoperto quello che Livesicilia scrisse tempo fa. Che un'arietta gelida si è insinuata nella bonomia dei rapporti tra Raffaele Lombardo e Gianfranco Miccichè. In pubblico si sforzano di comportarsi come capi sovietici o antichi notabili della Dc: tutti baci e abbracci. In privato chissà. Ora c'è pure la pietra dello scandalo. Raffaele Lombardo briga per un governo col Pd.  E si sa che Miccichè è strabico: quando si parla di sinistra gli cominciano vorticosamente a girare le palle degli occhi. Raffaele e Gianfranco sono sempre stati due compagni di viaggio male assortiti, oltretutto. Romperanno. Ecco perché.

1 I due sono all'opposto come carattere e questo alla fine conta. Lombardo è un lucido calcolatore che sceglie i mezzi secondo il fine. Questo o quello - lo ha detto lui - poco importa. Miccichè sa calcolare, ma ha un retroterra emotivo. Si fida di più dell'intuito.

2 Miccichè ama Berlusconi più di Lombardo. Tutta l'ammuina che sta facendo è nell'ottica di una "reconquista" della signoria del Pdl

3 Lombardo ama la maggioranza più di Miccichè. Vaso di coccio tra i vasi di ferro, lui si adegua. E il Pd è il soggetto ideale da irretire, spaccare e ipnotizzare col suo mantra riformista.

4 Ognuno dei due vuole comandare e primeggiare. Nessuno dei due sopporta l'oscuramento di altre personalità forti, sia pure alleate.

5 Ognuno dei due  vede nell'altro un autobus per raggiungere il capolinea. Lombardo vuole durare. Miccichè vuole fare il presidente della Regione.  Tutti e due conoscono benissimo gli obiettivi e le reciproche identità. Ecco perché stanno preparando la guerra. Sanno che è solo una questione di tempo.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php