Live Sicilia

DA BLOGSICILIA.IT

Opere pubbliche: non fu usato
calcestruzzo depotenziato

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca


La Calcestruzzi spa, azienda del gruppo Italcementi, non avrebbe utilizzato calcestruzzo depotenziato per la costruzione di opere pubbliche in Sicilia ritenute a rischio crollo.

Questo fatto sarebbe emerso dai primi risultati del lavoro dei periti nominati dal Gip nisseno Giovanbattista Tona nell’ambito dell’inchiesta bis della procura che riguarda sette indagati e la ditta Calcestruzzi Spa e la Italcementi, in qualità di persone giuridiche, accusati di
frode in forniture.

Nella prima udienza dell’incidente probatorio, svoltasi ieri mattina a Caltanissetta, i periti Giuseppe Mancini e Nunzio Scibilia (che hanno effettuato oltre 300 carotaggi sulle opere incriminate) sostengono che i materiali utilizzati nella costruzione della piattaforma di emergenza dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, del nuovo palazzo di Giustizia, della diga di Gela e lo svincolo di Castelbuono sull’autostrada Palermo-Messina,  risulterebbero a norma.

Secondo i periti, ulteriori indagini di tipo tecnico sarebbero necessarie per altri lavori effettuati dalla Calcestruzzi, dal momento che il calcestruzzo sarebbe stato fornito anche da altre ditte.

Le inchieste della procura nissena sui sistemi di costruzione di opere pubbliche in Sicilia, che secondo l’accusa sarebbero state realizzate con calcestruzzo depotenziato, ossia con una quantità di cemento inferiore di quella stabilita dalle normative, cominciarono nel 2005 con l’arresto e le indagini su professionisti accusati di frode in pubbliche forniture e intestazione fittizia di beni, con l’aggravante di avere agevolato la mafia, attentato alla sicurezza dei trasporti. Tra le conseguenze, si sono verificati  sequestri di opere pubbliche come il nuovo ospedale di Caltanissetta.

Tre dirigenti della Calcestruzzi sono stati rinviati a giudizio e per loro il processo ha avuto inizio l’Aprile scorso.
L’incidente probatorio continuera’ il prossimo 10 ottobre.

Mario Doria


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php