Live Sicilia

IL DIBATTITO NEL PDL, MUNAFO'

"Chi va contro Castiglione
va contro Berlusconi"


dore misuraca, eusebio d'alì, gianfranco miccichè, giuseppe castiglione, pdl, silvio berlusconi, stefania munafò, Politica
Non s'arresta (e non potrebbe essere altrimenti) il dibattito all'interno del Pdl siciliano, in cui s'inserisce oggi il consigliere comunale Stefania Munafò, vice capo gruppo di Forza Italia a Sala delle Lapidi.

In riferimento al
nostro articolo
di ieri sugli attacchi del miccicheiano Eusebio Dalì al coordinatore regionale Giuseppe Castiglione, la politica palermitana ha affermato: “Chi va contro il presidente della provincia di Catania di conseguenza si oppone al leader del partito, perché non bisogna dimenticare che è stato Silvio Berlusconi a nominarlo”.

Al Consiglio Comunale ben si sa, tuttavia, che è nato un gruppo a sé stante, il Pdl Palermo, costituito da due uomini vicini a Dore Misuraca, Enzo Di Gaetano e Agostino Genova. E pare che il numero degli aderenti stia per crescere, con una cospicua presenza di miccicheiani.

Ma questa spaccatura quali scenari potrebbe generare nella politica azzurra al Comune? Stefania Munafò è convinta che alla fine non accadrà nulla di particolare: la maggioranza continuerà a fare il suo mestiere, così come l'opposizione. Perché, in primo luogo, la maggioranza è “di fatto quella che ha un programma e un progetto politico”; inoltre il Partito Democratico, l'Italia dei Valori e Un'Altra Storia non potrebbero organizzare un progetto comune con chi ha appoggiato e votato il sindaco, essendo posizionati su lunghezze d'onda differenti.

Nonostante ciò, comunque, dentro al Pdl isolano non c'è da stare allegri. Però Stefania Munafò, decisamente ottimista, crede che si arriverà alla “pace”, in quanto sarebbe inconcepibile che uomini come Misuraca e Micciché possano volere “rompere il partito”, soprattutto il sottosegretario alla presidenza del consiglio, avendo partecipato alla sua creazione.

Infine, “il Pdl non è affatto un casino”, ma ci sono evidenti problemi che vanno risolti attorno ad un tavolo e presto.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php