Live Sicilia

Artigianato

Sbloccati fondi per 26 milioni

VOTA
0/5
0 voti

artigianato, bandi, fesr 2007, finanziamento, fondi, investimenti, regione siciliana, titti bufardeci, Economia
Si è concluso l'iter burocratico che sblocca 26 milioni di euro dei fondi Fesr 2007/13 da mettere a bando a favore delle imprese artigiane dell'Isola. L'assessore regionale alla Cooperazione, Titti Bufardeci, con un decreto ha approvato la direttiva che stabilisce le modalità per la concessione delle agevolazioni, inclusi i criteri per l'individuazione dei soggetti, delle attività, delle spese ammissibili, la percentuale massima d'intervento, la misura massima del finanziamento concedibile, le modalità di erogazione dei benefici, e ogni altra disposizione necessaria all'attivazione degli interventi in attuazione del Programma operativo FESR 2007/2013, obiettivo operativo 5.1.2, (linee di intervento 5.1.2.1- 5.1.2.2), in favore delle imprese singole o associate insediate nelle aree artigianali dell'Isola.

Concluso l'iter amministrativo, l'intera documentazione è stata trasmessa alla Commissione attività produttive dell'Assemblea regionale siciliana. “Con queste misure – spiega Bufardeci – puntiamo a promuovere la crescita delle imprese, singole o associate , insediate nelle aree artigianali dell'Isola con azioni atti a sostenere la loro competitività nei mercati nazionali ed internazionali”.

Ammontano a oltre 26 milioni di euro le risorse complessive disponibili, destinate alle agevolazioni per la realizzazione degli investimenti dei progetti presentati a valere sul presente bando per l’attivazione delle linee d’intervento. La linea d’intervento intende produrre valore alle imprese insediate nelle aree artigianali dell’Isola al fine di ridurre la marginalità e di promuovere un processo di crescita ecosostenibile, con riflessi positivi sull’occupazione, sulla produttività e su uno sviluppo stabile e duraturo dell’economia, migliorando nel contempo la qualità della vita.

Verranno supportate le imprese con servizi avanzati qualificati, con i quali si introdurranno processi innovativi , cambiamenti organizzativi e gestionali, con processi produttivi rispettosi dell’ambiente finalizzati all’introduzione di sistemi efficaci di gestione ambientale ed utilizzo di tecnologie per la prevenzione dell’inquinamento.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php