Live Sicilia

IL CAPO DEI CAPI SU INTERNET

Riina su Facebook piace
Ha già tremila fan

VOTA
0/5
0 voti

don pino puglisi, facebook, mafia, ruggero razza, totò riina, Cronaca

“È lecito sperare che almeno entro il giorno dell'anniversario dall'uccisione di don Pino Puglisi sia rimossa da

Facebook ogni pagina di sponsorizzazione dei capi mafiosi, a partire da quella a sostegno di Totò Riina?” A domandarlo è Ruggero Razza, componente dell'esecutivo nazionale de ' La Destra' e coordinatore provinciale catanese del partito, che ha aggiunto: “È indegno che ci siano migliaia di persone che forse per gioco decidono di dichiararsi sostenitori di assassini”. La risposta sarebbe un pleonasmo se questa storia fosse nuova, invece è ben nota dal dicembre dello scorso, quando è scoppiata sul web e sui giornali nazionali e internazionali lo sgomento per la presenza dei gruppi inneggianti ai boss mafiosi sul più popolato social network del pianeta. A distanza di nove mesi, ecco qual è la situazione.



Il gruppo casus belli, Totò Riina, il vero capo dei capi, non esiste più. A dicembre contava più di 1500 fan e sulla bacheca si leggevano dichiarazioni di questo tipo: “che onore zi totò u curtu, che onore scivere a tia. Buona Natale e saluta u zi binnu...", oppure "la mafia non morirà mai... e zu totò è ineguagliabile". Inoltre, poco più di 3000 sono gli ammiratori del boss di Corleone, iscritti alla pagina acqua e sapone a lui dedicata, in cui si leggono pensieri del genere: “Sì, è lui l'uomo che ha rivoluzionato Cosa Nostra, il più grande boss, colui che porta dietro di sé una busta stracolma di gloria e rispetto”. Il gruppo intitolato Fans di Totò Riina, un uomo incompreso è sempre lì dov'è, ma è diventato privato: si può farne parte solo previo invito degli amministratori. Sulla descrizione capeggia una scritta: CONTRO I FALSI MORALISTI.
È scomparso anche il Bernardo Provenzano fans club, mentre resta online quello sempre dedicato a Binnu u' tratturi ma con una sostanziale modifica di linea “editoriale”, essendo divenuto contrario al protagonista.

Eccetera, eccetera...


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php