Live Sicilia

Il ministro risponde agli appelli sulla "Giovanni Falcone"

Per lo Zen 2 l'impegno di Maroni

VOTA
0/5
0 voti

atti vandalici, marco minniti, palermo in movimento, roberto maroni, scuola giovanni falcone, siulp, zen 2, zone energie nuove, Cronaca, Politica
Maroni si sarebbe detto disponibile ad intervenire per la scuola “Giovanni Falcone” dello Zen 2, a Palermo, oggetto di innumerevoli episodi di vandalismo. L'allarme era stato lanciato dal responsabile sicurezza del Pd, Marco Minniti, che ha visitato stamane l'istituto con il preside, Domenico Di Fatta.

“'Non è assolutamente ammissibile e degno di una democrazia di un paese civile il fatto che la scuola Falcone dello Zen di Palermo sia sottoposta ad un assedio quotidiano e a ripetuti atti vandalici, che rispondono ad una precisa azione criminale che vuole impedire l'educazione e la formazione di tanti giovani che rappresentano il futuro di questa terra” ha detto Minniti che nel pomeriggio ha partecipato alla riunione indetta dal prefetto di Palermo, Giancarlo Trevisone, per verificare lo stato degli interventi per la “Giovanni Falcone” ma anche per il quartiere Zen.

Minniti, rispondendo agli appelli di “Palermo in movimento”, “Zen, Zone energie nuove” e del Siulp, il sindacato di polizia, aveva detto che si sarebbe rivolto al ministro Maroni per “garantire l'agibilità dell'edificio scolastico prevedendo un presidio di interforze su tutto il territorio per fronteggiare una grave situazione”. A quanto si apprende da fonti vicine all'ex sottosegretario, Maroni avrebbe chiamato e dato la sua disponibilità a intervenire asicurando  "massimo impegno".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php