Live Sicilia

AMMINISTRATIVE 2018

Centrodestra sbanca nel Catanese
La mappa politica in provincia

Catania, catania amministrative 2018, catania elezioni 2018, elezioni amministrative, salvo pogliese, Politica

Ecco la fotografia che emerge dai risultati delle amministrative.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - L’effetto Salvo Pogliese travalica la città di Catania. A partire dal confine nord, zona Gravina, che da ultimo ridotto del firrarellismo vede eletto il giovane avvocato Massimiliano Giammusso, già leader degli universitari di Alleanza nazionale e vicinissimo per appartenenza politica e culturale al neo sindaco del capoluogo etneo. Stessa storia a Biancavilla, dove la spunta Antonio Bonanno, enfant prodige della cantera di Azione Giovani, formazione junior della ex An. Per completare il quadro, presidente della IV municipalità (San Giovanni Galermo) è Erio Buceti, allevato pure lui sotto le insegne della fiaccola tricolore. Ad Acireale, invece, il candidato benedetto da Basilio Catanoso, partner storico di Pogliese, Michele Di Re, se la vedrà al ballottaggio contro il cinque stelle Stefano Alì.

La destra post missina conquista Mineo con Giuseppe Mistretta, già consigliere provinciale ed esponente assai vicino al presidente della Regione Nello Musumeci. Fratelli d’Italia elegge invece Ruggero Strano a Castel di Iudica. Tra le opzioni riconducibili a vario titolo al centrodestra c’è sicuramente Daniele Motta a Belpasso. A Camporotondo bissa il mandato l’autonomista Filippo Privitera.  Mentre a Maletto, dopo una pausa di cinque anni, torna al vertice dell’amministrazione comunale il forzista Giuseppe De Luca.

Gli uomini di Luca Sammartino restano alla guida di due piazze ormai storiche, San Gregorio (Carmelo Corsaro) e Mascalucia, con il passaggio di testimone in chiave 2.0 tra l’uscente Giovanni Leonardi e Vincenzo Magra. Riconducibili al deputato regionale del Pd anche Pippo Nicotra (Sant’Alfio), Salvatore Barbera (San Cono). Nella conta potrebbe rientrare anche Vincenzo Caragliano, “civico” che dalla sua, oltre al supporto di Luca Sammartino, ha incassato il sostegno di parte del centrodestra.

Tra i dem riconfermati (con tanto di simbolo, anche se in piccolo) Santo Orazio Caruso ad Aci Sant’Antonio, Francesco Leonardi a Viagrande, Salvatore Greco a Santa Venerina, Giuseppe Bandieramonte a San Pietro Clarenza. A Piedimonte Etneo bissa il barbaganalliano Ignazio Puglisi, mentre ad Adrano Angelo D'Agate (centrosinistra) se la vedrà con Aldo Di Primo.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento