Live Sicilia

amministrative 2018

Alleati, equilibri e quote rosa
Pogliese, Bianco: le possibili Giunte

amministrative, Catania, Politica

I primi 4 assessori li hanno scelti tutti. Mancano gli altri nomi per completare le eventuali squadre di governo.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Tre donne, con molta probabilità, faranno parte della squadra di governo che affiancherà un eventuale sindaco Pogliese. Insieme agli esponenti delle liste non ancora indicati nella Giunta che dovrebbe guidare Catania in caso vittoria. Certo, la scelta dei nomi dipenderà dalle performance delle varie formazioni in campo, dal superamento della soglia di sbarramento, dalle percentuali e dai voti raccolti, ma è possibile ipotizzare chi andrà a completare la squadra di governo, considerati anche i rumors circolati nelle scorse settimane. E che vorrebbero la distribuzione delle poltrone rimaste alle liste "partitiche" che hanno scelto di affiancare l'eurodeputato.

A cominciare dai lombardiani per i quali il nome circolato era quello dell'ex sottosegretario ai Trasporti Pippo Reina, nome che potrebbe essere sostituito da quello di un ex consigliere comunale, tra gli animatori dell'opposizione a Enzo Bianco. Potrebbe essere lui uno dei futuri assessori.

Anche Catania in azione, lista ccdioordinata da rancesco Ingoglia di ispirazione futurista - nel senso che ha raccolto quasi tutti gli ex consiglieri di Catania futura, formazione riferimento dell'eurodeputato Nicola d'Agostino - dovrebbe vedere un assessore nominato. La formazione vede in campo tanti giovani - un gruppo riferimento del consigliere comunale Agatino Lanzafame (che però non si candida),  e uno del capogruppo a Palazzo, Carmelo Coppolino - e potrebbe vedere nominato un proprio assessore, che potrebbe essere proprio Coppolino, consigliere comunale uscente ed ex candidato alla Regionali.

Un posto in Giunta, poi, dovrebbe spettare a Forza Italia, partito di riferimento del candidato sindaco: l'assessore potrebbe essere il coordinatore provinciale Pippo Arcidiacono, anche se il condizionale resta d'obbligo.  Una donna potrebbe invece essere scelta all'interna della formazione dell'Udc, lista riferimento del consigliere comunale uscente Alessandro Porto, anche lui papabile delegato di Pogliese, e dell'ex assessore regionale Giovanni Pistorio. Che quasi certamente dovrebbe vedere un esponente seduto in Giunta.

Sul fronte Enzo Bianco le cose, invece, potrebbero essere meno scontate. L'aver scelto una candidatura civica ha di fatto messo il  primo cittadino in condizioni tali da poter riporre il "manuale Cencelli" e poter scegliere più liberamente  gli eventuali membri della Giunta. All'interno della quale, a completare i nomi fatti ieri in occasione della presentazione delle liste,  potrebbero spuntare nomi di membri dell'attuale squadra di governo. Non necessariamente quelli di chi, con spirito di servizio e continuità, ha deciso di scendere direttamente in campo mettendoci la faccia. Se salvo Andò, maria Ausilia Mastrandrea, Fortunato Parisi e Salvo Di Salvo sono infatti candidati nelle liste di Bianco, Orazio Licandro e Michele Giorgianni non lo sono, pur avendo lavorato alla formazione delle liste.

Tra i delegati di un eventuale Bianco quinquies potrebbe poi trovare posto un esponente sindacale, considerato il fatto che anche gli ex assessori ai Servizi sociali, Villari e Parisi, hanno sostenuto il progetto civico dell'attuale sindaco. Il secondo addirittura scegliendo di candidarsi.

Tra le donne, oltre Ersilia Saverino, consigliera uscente e riferimento del deputato dem Anthony Barbagallo, potrebbe trovare posto anche un'altra consigliera uscente, legata e proprotrice di numerose iniziative a favore dei disabili e del terzo settore. Ma anche in questo caso, occorrerà attendere il 10 giugno per capire chi vincerà e, in caso di vittoria, con quale percentuale.

Stando a quanto dichiarato dagli altri candidati sindaco, i nomi che potrebbero completare la squadra di un eventuale sindaco Abramo, Grasso o Pellegrino dovrebbe essere selezionata sulla falsariga delle scelte già effettuate: uomini e donne provenienti dalla società civile, con competenze specifiche.

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento