Live Sicilia

DONNE E POTERE - ESCLUSIVA

Catania, massoneria al femminile
La loggia e la "maestra venerabile"

amanda succi, binni, gran loggia, massoneria, Cronaca, Politica

Il segreto di Amanda Succi, compagna del sindaco di Catania Enzo Bianco.


CATANIA – La lettera è datata 15 febbraio 2016, contiene la convocazione della “tornata in grado di apprendista” riservata ai “fratelli” e alle “sorelle” della “Gran loggia d'Italia degli antichi liberi e accettati muratori, massoneria universale di rito scozzese, antico e accettato”. La lettera è autentica e a firmarla – confermando a LiveSicilia l'autenticità - è Amanda Succi, esperta di strategie di comunicazione, volto noto non solo a Catania e compagna del sindaco di Catania Enzo Bianco.

MASSONERIA – Amanda Succi è massone, aderente alla Gran Loggia d'Italia, fondata nel 1910 e oggi guidata da Antonio Binni, unica obbedienza a consentire l'ingresso alle donne.

“Se non fossi la compagna del sindaco – spiega con un pizzico di rabbia – questa cosa non interesserebbe a nessuno, è una cosa che riguarda la parte più intima della mia spiritualità”.

Ma il sindaco lo sa? “Sì – risponde sorridendo – ma l'ha saputo dopo che ci siamo conosciuti, mi disse <escitene!>, ma non posso perché per me è una cosa troppo importante”.

POLITICA - “Non è possibile, all'interno della loggia, che comprende tra 7 e 20 persone, parlare di economia, politica e religione, che sono gli elementi che spesso causano contrasti e, a livello mondiale, anche guerre”. E allora cosa fate? “Discutiamo di libertà, uguaglianza e fratellanza ma nessuno contraddice l'altro, costruiamo un percorso spirituale e culturale fatto di studi e confronti costruttivi”.

Massima riservatezza sull'identità degli aderenti. Nella loggia c'era, fino a qualche tempo fa, la figlia di un politico catanese, “ma adesso non c'è più e io non posso dire perché”. L'oggetto delle riunioni rappresenta l'unico argomento, sul quale, il primo cittadino non mette bocca, “neanche lui – dice Amanda Succi scherzando – può sapere cosa avviene durante i nostri incontri”.

CATANIA ESOTERICA – Di Massoni Catania è piena, “ci sono molte logge spurie”, continua Amanda, “ma anche molti massoni iscritti, ad altre obbedienze, che pensano di ottenere qualcosa”. Un massone in sonno, per esempio, l'avvocato Ivan Maravigna, è tra i saggi convocati da Salvo Pogliese, quest'ultimo, però, “non sarebbe massone”, confida ancora Succi.

VELENI – Una lettera, qualche tempo fa, è stata recapitata al sindaco, conteneva una serie di informazioni su Amanda Succi, raccolte da un ex “fratello” allontanato. “Ho contribuito a fare un po' di pulizia”, racconta la first lady catanese, “ho attirato molti nemici”.

LA SORELLA – Cosa fate, allora in questa loggia? Non è il solito cerchio di potere? “Noi non ne parliamo mai in giro – dice la Succi – ma facciamo principalmente beneficienza, restando nell'anonimato, per esempio, quando c'è stata una recente tragedia a Catania abbiamo sostenuto alcune persone”. “Fino a questo momento non l'ho fatto, ma forse è arrivato il momento di organizzare a Catania un convegno internazionale sulla massoneria. Il pregiudizio è il frutto dell'ignoranza, mentre la conoscenza consente di avere un'opinione”. Del resto la Gran Loggia ha avuto, tra i propri ospiti, anche Paolo Mieli, storico e giornalista.

LA LETTERA – In calce e in testa alla lettera di convocazione, firmata da Amanda Succi, c'è il nome della loggia e sotto al nome della stratega della comunicazione, una scritta di non poco conto M.:V.:R.L. Maestra venerabile.

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento