Live Sicilia

la nota stapa

Comunali, il mondo socialista
chiede di essere coinvolto

, Politica

Lo scorso 6 aprile, l'incontro tra i rappresentanti di Socialisti & Democratici e Socialisti Siciliani.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Venerdì 6 aprile, si è tenuto il primo incontro fra associazioni (Socialisti & Democratici, Socialisti Siciliani), rappresentanti istituzionali e quadri dirigenti del mondo socialista e riformista con l’obiettivo di verificare tempi e modi per il rilancio di una prospettiva politica-programmatica nella provincia di Catania. L’attuale quadro politico considera un valore il post-ideologismo e sta palesando un’assoluta mancanza di iniziativa ideale (non identitaria) forte e autorevole: si affermano movimenti che considerano superata le differenze fra destra e sinistra, in un momento storico in cui le sperequazioni sociali ed economiche sono sempre più estreme.

Tutto ciò è aggravato dall’assenza, a tutti i livelli istituzionali, di rappresentanti che si richiamano espressamente alla cultura socialista. Per questo motivo, nonostante nel corso degli ultimi anni siano emerse sensibilità e riflessioni che hanno portato, la nostra comunità, a percorrere strade parallele su alcuni temi dell’attualità politica, tutti i partecipanti hanno ribadito la necessità di dare seguito ad iniziative comuni, consapevoli che il primo passo sia rappresentato dal coinvolgimento delle esperienze che sono sorte autonomamente nei diversi territori e che richiedono un nuovo progetto, il più inclusivo possibile.

L’incontro è stato anche l’occasione per condividere alcune priorità programmatiche quali l’emergenza casa e la sicurezza sul lavoro che rappresenteranno il primo banco di prova su cui confrontarsi anche all’esterno. Rispetto alle prossime scadenze amministrative, in particolare il comune di Catania, pur ritenendo prematuro una partecipazione diretta, autonoma e organizzata, è stato condiviso il pieno sostegno ai candidati che, nell’alveo della tradizione riformista e civica, si impegneranno “formalmente” sia in campagna elettorale sia in caso di elezione a rappresentare la nostra cultura nei consigli comunali.

Lanciamo un invito ai potenziali candidati sindaco: coinvolgerci da subito nell’elaborazione dei programmi. Sarà il modo per misurarne la capacità di interpretare la nostra sensibilità e rappresentare le nostre istanze.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento