Live Sicilia

via passo gravina

La piazza verde di tutti i catanesi
nasce a Catania Agorà Etnea


Articolo letto 4.726 volte
Agorà etnea, Catania, Cronaca

La nuova area eventi dell'associazione Polo Regionale dell'Agricoltura aprirà i battenti domenica 15 ottobre.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - L’odore della terra, il profumo dei fiori e delle verdure di stagione, la sapienza della trasformazione delle materie prime in prelibate leccornie. Il tutto condito con la socialità dello stare insieme, dalla didattica e dalla possibilità di “sporcarsi le mani”, coltivando direttamente un piccolo orto. Nasce a Catania AGORÀ ETNEA, la nuova area eventi dell'associazione Polo Regionale dell'Agricoltura, che aprirà i battenti domenica 15 ottobre, alle ore 9,30 con l'inaugurazione un evento dedicato all’agroalimentare e agro artigianato aperto a tutti i cittadini, in via paso gravina 78/L. Venticinque gli stand a disposizione, dove sarà possibile degustare e acquistare le eccellenze del territorio, direttamente dal produttore.

L’area, ubicata nel centro di Catania è stata progettata e strutturata secondo il principio base dell’associazione: essere di supporto a privati e imprese per lo sviluppo economico-sociale della nostra terra. A tal proposito, l’AGORÀ ETNEA sarà teatro di attività varie: orto sociale, scuola di cucina, corsi sensoriali, sportello informazioni sulle opportunità del mercato economico-finanziario, promozione attività, esposizione prodotti artigianali siciliani e prodotti della terra. Sarà anche vera “piazza” della città: nel corso dell’intero anno si svolgeranno infatti manifestazioni ed eventi di intrattenimento per la cittadinanza, sempre a sfondo Green e secondo la filosofia dell’ecosostenibilità. Inoltre, con le attività agro alimentari si sosterrà concretamente il Banco Alimentare.

Ma AGORÀ ETNEA è un progetto, oltre che un’occasione per assaporare gli autentici prodotti siciliani e per comprare prodotti di filiera cortissima, per fare della lavorazione della terra un momento di crescita e di condivisione. Un luogo fisico, appunto, dove ricreare quei legami che sembrano dissolversi sempre più velocemente, tra gli uomini e tra questi e la natura. A disposizione della cittadinanza ci sono infatti 16 lotti di terreno per realizzare orti sociali: il 30% dei lotti sarà riservato ad associazioni di assistenza ai disabili, con particolare attenzione a quelle che si occupano di bambini; il 20% sarà riservato alle scuole di ogni grado, mentre uno spazio sarà riservato ai non vedenti e ipovedenti ospiti dell’Istituto Ardizzone Gioeni.

La manifestazione, vedrà la partecipazione di Asse sicilia, associazione di promozione dei prodotti siciliani e dell’arancia rossa in particolare, e dell’Enpa Catania.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento