Live Sicilia

GIARRE

Fermato commando di rapinatori
Inseguimento e colpi di pistola


Articolo letto 55.164 volte
arresti giarre, catania arresti giarre, conflitto a fuoco, Cronaca

Operazione della Squadra Mobile.

VOTA
0/5
0 voti

Il lunotto



GIARRE - Stavano rapinando e aggredendo alcuni cinesi in una via del centro a Giarre, nei pressi del teatro comunale. Il commando di almeno dieci uomini è stato fermato questa sera intorno alle 21 da diversi agenti in borghese della Squadra Mobile, che sono immediatamente intervenuti. A quel punto è scattato un lungo inseguimento a piedi tra le vie Teatro, Alfieri e Leonardi. Sono partiti anche dei colpi di pistola e uno dei rapinatori è rimasto ferito lievemente alla caviglia. Un proiettile ha anche colpito il lunotto di un'automobile parcheggiata. I malviventi, inseguiti dai poliziotti, si sono anche introdotti nel cortile di un'abitazione di via Alfieri, ma dopo sono giunti gli agenti che li hanno acciuffati. L'uomo ferito è stato trasportato in ambulanza all'ospedale e potrebbe lasciare l'ospedale già questa notte.

Alla fine dell'operazione sono state cinque le persone arrestate.  Ma è caccia aperta agli altri complici, forse quattro, che sono sfuggiti agli agenti. I cinque rapinatori, quattro catanesi e uno straniero, sono stati ammanettati in un primo momento alla cancellata che delimita il teatro comunale incompiuto e dopo sono stati trasferiti a bordo di un auto civetta della polizia a Catania. Le loro posizioni sono al vaglio dell'autorità giudiziaria.

Diversi sono stati gli agenti della scientifica che hanno compiuto i rilievi sul teatro dell'inseguimento e che hanno perlustrato la via Leonardi. A Giarre è giunto anche il capo della Mobile, Antonio Salvago. Intanto proseguono le indagini per rintracciare i fuggitivi. Ma la loro cattura potrebbe avvenire già nelle prossime ore.

Parallelamente si sta cercando di ricostruire quanto è accaduto attraverso le testimonianze dei cinesi vittime della rapina, che sarebbero titolari di un esercizio commerciale. Alcuni di loro sono stati aggrediti a calci e pugni e sono stati medicati. L'aggressione è avvenuta proprio sotto casa dei commercianti: probabilmente il commando aveva come obiettivo l'incasso e aveva pianificato nei dettagli il colpo.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento