Live Sicilia

LETTERA IN REDAZIONE

Le vandalizzano l'auto
Turista scrive a Bianco


Articolo letto 12.498 volte
Catania, enzo bianco, vandalismo, Cronaca

Riceviamo e pubblichiamo la missiva indirizzata al sindaco di Catania.

VOTA
0/5
0 voti

Egregio Sindaco, sono in Sicilia per passare – speravo – delle belle vacanze. Sono a Catania, da amici. Abitano in una via normale. Un bel quartiere. Ho parcheggiato la macchina perfettamente dentro le righe bianche, chiuso gli specchietti. Ieri sera esco con i miei amici per andare in pizzeria e trovo la macchina brutalmente vandalizzata. Due profonde righe la attraversano su entrambe le fiancate dal muso alla coda. Senza motivo. Vigliaccamente. Un danno grave. Non mi era mai successo in vita mia e guido da più di 30 anni. I miei amici sono amareggiati, non sanno più come scusarsi – e non è loro responsabilità. Che persone ci sono qui che provocano un danno a una proprietà altrui senza remore. Con la volontà di ferire?! Una volta lavoravo in un’azienda e il mio capo soleva dire: “ il pesce comincia a puzzare dalla testa”. Per questo le scrivo. Perché lei ha la responsabilità di dare il buon esempio, anche di educare i cittadini, visto il bisogno che c’è di farlo.

E il danno non l’hanno fatto solo a me, ma soprattutto a tutte le persone oneste che ci sono a Catania e in Sicilia. La vostra reputazione ne soffre. Ci sono persone che ci tengono a quanto pare a mantenere vivi degli stupidi stereotipi, che a quanto pare tanto stereotipi non sembrano essere. Una regione che vive molto di turismo. Sono triste, amareggiata, arrabbiata. E il senso di impotenza è il veleno che permea questi stati d’animo già più che negativi. I miei amici sono ammorbati dal senso di sconfitta. A loro è capitato di peggio in passato.

 

Un saluto

 

Chiara Costariol

 

Ps: I miei amici mi consigliano di spostare l’auto perché questa persona secondo loro, considera il parcheggio di sua proprietà, benché sia pubblico – strisce bianche – e se la lascio lì potrebbe tagliarmi le gomme. È possibile portare una popolazione a vivere schiacciati dai soprusi e dalle violenze? Chiedo un intervento forte. Possibile che io, che ho agito con la massima regolarità, debba lasciarmi intimidire e lasciare il campo a violenti e sociopatici?


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento