Live Sicilia

IL PROCESSO

A settembre l'attesa sentenza
Nucifora a rischio decadenza


Articolo letto 6.697 volte
fiumefreddo, nucifora, processo, Cronaca

Il neo primo cittadino di Fiumefreddo di Sicilia è imputato per abuso d'ufficio.

VOTA
0/5
0 voti

FIUMEFREDDO DI SICILIA. E' slittata a settembre l'attesa sentenza per il neo sindaco di Fiumefreddo di Sicilia Sebastiano Nucifora, imputato con l'ex funzionario comunale Giuseppe Vecchio per concorso in abuso d'ufficio. I fatti risalgono alla precedente sindacatura di Nucifora, in carica ininterrottamente dal 2002 al 2012. Secondo la Procura di Catania, che ha chiesto una condanna ad un anno e mezzo, entrambi avrebbero procurato un ingiusto vantaggio patrimoniale all'azienda “Costruzioni Meccaniche Speciali”, affidandole senza alcuna gara d’appalto, tra il 2006 ed il 2010, una serie di interventi di manutenzione alla condotta idrica comunale, per l'ammontare complessivo di oltre 600mila euro. Sarebbero 33 le ordinanze sindacali, 18 le delibere di giunta e 10 le determine dirigenziali con le quali sarebbero stati affidati quei lavori. Nel corso dell'ultima udienza ha preso la parola il legale Walter Rapisarda, difensore di fiducia di Sebastiano Nucifora. Prima di chiedere l'assoluzione del proprio assistito, il legale ha evidenziato alcune lacune nell'indagine condotta, a detta dell'avvocato Rapisarda, in modo non approfondito. Per la difesa l'adozione di quei provvedimenti sarebbe stata dettata da situazioni di emergenza. Nel 2005, inoltre, fu indetta una gara pubblica per affidare quel servizio.

Ma la ditta aggiudicataria vi rinunciò. Il 26 settembre, dopo le eventuali repliche, i giudici della terza sezione penale del tribunale di Catania, presieduta da Maria Pia Urso, si ritireranno in camera di consiglio. In virtù della legge Severino, il neo primo cittadino rischia dunque di essere subito sospeso e poi, in caso di stesso esito in terzo grado, revocato dalla carica di amministratore pubblico. Un'ipotesi paventata dallo stesso Nucifora che, sotto l'aspetto prettamente politico, si è blindato con la nomina a vice sindaco di Michele Spina. Amico personale e sodale politico da oltre 30 anni, Spina garantirà l'assoluta continuità amministrativa. Nella stessa direzione va anche la nomina ad assessore di Giuseppe Cardillo, altro fedelissimo della prima ora. 

 

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento