Live Sicilia

ANAM

Il manuale del docente perfetto
A lezione con il coach Fornei


Articolo letto 1.281 volte
anam, giancarlo fornei, salvo ruffino, Zapping

Boom di presenze lunedì 3 luglio all’evento formativo promosso dall’A.N.A.M. alla Camera di Commercio. Formatore d’eccezione il “coach delle donne”, Giancarlo Fornei.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Competenze professionali, coraggio e capacità comunicative, sono queste le caratteristiche che un docente deve sviluppare per formare al meglio i propri allievi. Parola di Giancarlo Fornei, scrittore, blogger, esperto in comunicazione e Mental Coach di rilievo nazionale, giunto lunedì 3 luglio appositamente a Catania per tenere un corso agli insegnanti dell’Accademia Nazionale Acconciatori Misti Centro di Catania. Il seminario formativo dal titolo “Saper comunicare è facile, se sai come farlo” si è svolto nella prestigiosa sala “Isidoro Platania” della Camera di Commercio di Catania ed è stato interamente organizzato dall’ A.N.A.M. etnea, centro leader nel campo della formazione d’eccellenza dei parrucchieri.

“Se siamo qui è solo grazie ai nostri docenti parrucchieri – ha dichiarato il presidente dell’A.N.A.M. Centro di Catania, Salvo Ruffino – Sono loro il futuro dell’intero settore. Fornei è una guida per numerosi professionisti. Ecco perché vogliamo affidarci a lui per imparare a comunicare e a trasmettere il nostro sapere agli allievi dell’Accademia”. L’intero corso, rivolto ai maestri dell’A.N.A.M. ogni anno impegnati a formare parrucchieri e hair stylist di successo, ha visto la partecipazione di docenti provenienti dalla Sicilia e dalla Calabria. Molti fra i presenti sono anche già imprenditori titolari di saloni di bellezza.

Ad aprire i lavori il segretario generale della Camera di Commercio di Catania, Alfio Pagliaro che ha sottolineato come la comunicazione sia “un aspetto strutturale nell’impresa”. Dopo i saluti, la lezione di Giancarlo Fornei è entrata nel vivo. “Saper comunicare è tutto – ha spiegato Fornei – credo sia fondamentale. Senza le giuste capacità comunicative un docente corre il rischio di non essere di aiuto. Immaginate un bravo imprenditore o un talentuoso parrucchiere che, però, è privo dell’abilità di trasferire agli altri le competenze che ha acquisito. Ebbene, credo che le due cose, competenze e capacità comunicative, vadano di pari passo”.

Conoscere i tagli, le tecniche di colorazione e aver fiuto per le nuove tendenze sono qualità, dunque, che da sole non bastano più. I tempi di oggi impongono ai maestri di compiere un passo in avanti. “Un insegnante – ha spiegato Fornei – deve anche diventare bravo a trasferire a qualcun altro il proprio sapere. Trasformarsi in un mentore, una guida e un punto di riferimento per i ragazzi, i quali faranno ciò che voi fate e non ciò che voi gli direte di fare perché vi prenderanno come esempio. Sarete il loro sogno e proverranno ammirazione per voi” – ha detto Fornei rivolgendosi ai docenti A.N.A.M. Far proprie le strategie di comunicazione, rimanendo se stessi è un’impresa realizzabile solo mettendoci una buona dose d’impegno e determinazione: “Coniugare le due cose – ha continuato – è di primaria importanza. Lo scopo è fare in modo che ogni tecnica appresa diventi parte integrante del processo comunicativo. Un docente può riuscire in tutto questo solo scommettendo su se stesso, studiando, apprendendo e non dando mai nulla per scontato”.

E dà più di un consiglio pratico, svelando qualche segreto per tenere viva l’attenzione in aula e affascinare gli allievi alla materia. “Trasmettere un pensiero positivo – ha spiegato – è l’approccio più corretto. Se si vuole gestire al meglio un’aula piena di allievi è poi bene puntare molto sul sorriso; sul tono della voce; sulle parole, riducendo le formule avversative e negative; far vedere il più possibile, muovendosi, scrivendo alla lavagna; coinvolgere i ragazzi; parlare di se stessi, delle proprie esperienze o problemi”. E catalizzare l’attenzione, “ponendo loro per esempio una domanda, un problema reale”. La paura di comunicare agli altri, può rischiare, come ha spiegato Fornei, di frenare la crescita di un professionista: “Accade a molti parrucchieri e imprenditori: hanno il timore di raccontarsi”.

La seconda parte della lezione è infine scivolata sulle strategie di marketing. “Un imprenditore – ha sottolineato il coach – deve sapersi differenziare nel mercato, posizionandosi in una determinata area, per esempio specializzandosi nelle tecniche di colorazione o in qualcosa che comunque lo distingui dagli altri. Alcuni imprenditori rimangono ad aspettare nel loro salone che arrivi il cliente. Ebbene, se me lo consentite, il cliente non verrà. Dovrete essere voi ad andare a cercare i vostri clienti. Se non sarete voi i primi a osare ci penserà qualcun altro”. Il coach si sofferma, inoltre, sulla necessità di promuovere e valorizzare al meglio il proprio talento e attività imprenditoriale puntando sulle nuove tecnologie di comunicazione digitale. “Aprire un blog o un sito internet è un altro asso nella manica”, ha ribadito.

Nelle conclusioni è intervenuto Giuseppe Gambino, direttore dell’Accademia: “I docenti A.N.A.M. danno tutto ai loro allievi durante i corsi, ma è indispensabile che si preparino anche sugli aspetti imprenditoriali e comunicativi oltre che su quelli prettamente tecnici. Saper comunicare è importante tanto quanto saper lavorare” – ha dichiarato Gambino.

A chiudere i lavori il presidente dell’A.N.A.M. Salvo Ruffino. “L’evento è andato benissimo e ha visto la partecipazione di docenti arrivati da tutta la Sicilia, ma soprattutto abbiamo potuto fregiarci della presenza di un formatore eccellente come Giancarlo Fornei. Il mio ringraziamento va alla Camera di Commercio che ci ha ospitato in questa meravigliosa sede. Si tratta solo dell’inizio di un percorso. Il nostro scopo è continuare con questo genere di corsi, cercando così di contribuire per favorire il rilancio del comparto dell’artigianato a Catania e in Sicilia”. L’evento svoltosi alla Camera di Commercio è stato, inoltre, occasione per consegnare al termine della giornata i riconoscimenti ai docenti corsisti dell’Accademia Nazionale Acconciatori Misti Centro di Catania, fra cui a Giancarlo Virzì, Giuseppe Neri e al direttore didattico regionale Basilio Frusteri che ha curato il corso docenti nella sede ANAM etnea.

Giancarlo Fornei vanta anni di attività nel mondo dell’insegnamento. La sua carriera è iniziata nel 1994 come insegnante di Comunicazione e Marketing Turistico negli istituti di scuola superiore della provincia di Massa Carrara (in Toscana) dove ancora vive. Oggi è soprattutto conosciuto in rete come il “Coach delle Donne” per la sua esperienza di lavoro con l’universo femminile e per i suoi libri e conferenze incentrate sul tema dell’autostima.

 

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento