Invia la tua segnalazione a redazione@livesiciliacatania.it

CATANIA - Le strisce pedonali con dissuasori e i passaggi facilitati per i disabili davanti al parcheggio P1 dell’Aeroporto Fontanarossa sono scomparsi improvvisamente. Lo scivolo per i disabili facilitava anche il passaggio dei trolley, causando difficoltà anche per gli anziani che sono costretti a dover chiedere una mano d’aiuto per i bagagli a chi si trova vicino.

La cartellonistica dei parcheggi di sosta breve non è sufficientemente chiara per gli utenti che lamentano la presenza soltanto di due scritte che indicano la sosta breve, lateralmente al P1 e una scritta in verde chiaro al P2.

Le macchine di NCC (noleggio con conducente) attendono i clienti in tripla fila davanti al muro di cinta del campo di calcio di fronte al terminal arrivi.

Auto parcheggiate in strada attendono l’arrivo di amici e familiari.

Queste alcune delle segnalazioni che arrivano da più di una settimana da parte degli utenti.

Ad aprile era stato presentato il piano tariffario per i parcheggi, tra i più convenienti in Italia.

Il contratto di programma per le infrastrutture, compresa la nuova segnaletica, è stato presentato il 23 maggio scorso e prevede una spesa di 95 milioni di euro pianificati in quattro anni.

“Le strisce rialzate sono state eliminate perché logorate – spiegano alla Sac – e mettevano a rischio l'incolumità dei cittadini, saranno ripristinate al più presto”.

Sugli Ncc la Sac spiega che c'è stato un proliferare di licenze provenienti da tutte le province siciliane, alcuni sono riuniti in consorzi e cooperative e hanno un accordo con la Sac per la gestione di posti riservati. Il proliferare degli Ncc comporta che i vigli urbani effettuano circa 10 verbali al giorno.

//