Live Sicilia

Caltagirone

Seminava terrore fra i commercianti
Arrestato rapinatore seriale


Articolo letto 4.451 volte
, Cronaca

Ad inchiodarlo i filmati registrati dai sistemi di videosorveglianza. IL VIDEO SCHOCK 

VOTA
0/5
0 voti

CALTAGIRONE - Questa mattina, i Carabinieri della Compagnia di Caltagirone hanno arrestato il pregiudicato calatino Dario Belcuore, 32 anni, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’ufficio del G.I.P. del Tribunale di Caltagirone, su richiesta della locale Procura della Repubblica, poiché ritenuto gravemente indiziato di 4 rapine e 2 tentate rapine, commesse ai danni di altrettanti esercizi commerciali (farmacie, tabaccherie, supermercati) del capoluogo calatino. GUARDA IL VIDEO 

L’arresto giunge all’esito di un’articolata attività investigativa posta in essere all’indomani di una serie di colpi portati a termine tra il febbraio del 2013 e lo stesso mese del 2015  che stavano destando non poco allarme nella popolazione ed, in particolar modo, tra i commercianti.

Il modus operandi era pressoché lo stesso, il malfattore penetrava negli esercizi commerciali con il volto completamente travisato da un passamontagna, indossando dei guanti e armato di pistola a tamburo o taglierino. Una volta all’interno dei locali, con estrema rapidità e sotto la minaccia dell’arma, si faceva consegnare l’incasso (fino a 2.000 € in contanti) per poi dileguarsi rapidamente nelle vie limitrofe.

È stato grazie all’approfondita analisi e comparazione dei filmati registrati dai circuiti di videosorveglianza che gli investigatori sono riusciti a concentrare i sospetti sull’indagato, successivamente suffragati anche dai riscontri ottenuti attraverso le diverse perquisizioni esperite nonché dalle analisi di laboratorio effettuate sulla pistola utilizzata in alcune delle rapine. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Caltagirone.

Un plauso è giunto ai Carabinieri del Nucleo Operativo da parte del Procuratore della Repubblica, Giuseppe Verzera, per la professionalità e dedizione con cui hanno condotto e portato a termine le indagini.

 

 

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento