L'indagine patrimoniale, che ha permesso di ricostruire tutti i tasselli tecnico contabili del presunto arricchimento illecito, è stata condotta dalla Divisione Anticrimine della Questura in collaborazione con i poliziotti della Squadra Mobile.