Live Sicilia

GRAMMICHELE

Prime insidie per i 5 Stelle:
il campo minato del consiglio


Articolo letto 8.203 volte
consiglio comunale, grammichele, Politica

Il Movimento si conferma il primo partito di Grammichele, ma ottiene quattro consiglieri su sedici.

VOTA
0/5
0 voti

GRAMMICHELE - Il consiglio comunale potrebbe diventare un Vietnam pieno di insidie per la truppa a cinque stelle. Il Movimento si conferma il primo partito di Grammichele, ma ottiene quattro consiglieri su sedici. Un fatto che, vista la storia recente del senato cittadino, non farà dormire sonni tranquilli al neo primo cittadino Giuseppe Purpora. Il responso delle urne è chiaro: quattro scranni su sedici vanno al Movimento del neo sindaco. Gli eletti tra le fila pentastellate sono Teresa Pitrella (467 preferenze), Giuseppe Paolo La Rocca (331), Samuele Palermo (219) Salvatore Lirosi (197).

La mappa del senato cittadino sembra, a occhio e croce, una sorta di campo minato per la pattuglia pentastellata. Quattro scranni se li aggiudicano le tre liste a sostegno di Giuseppe Piccolo: Ignazio Michele Giandinoto (269) in quota “Progetto Comune”, Maria Chiara Modica (133) e Salvatore Bellino (110) di “Puntiamo su Piccolo” e la democratica Agata Scirè (203). Un seggio scatta per la lista “Noi con Salvatore Cannizzo” che elegge Tommaso Zappatarra (231).

Ma la coalizione più insidiosa per Purpora è quella capitanata da Francesco Specchiale forte di ben sette consiglieri. Palermo Pietro (172) della lista “Ideazione & Io c’entro”, Giuseppe Aiello (154) di “Sviluppo e Legalità”, Davide Malaspina (121) di “Idee in Movimento”, Mauro Murgo (199) della lista “La Rinascita” e i tre consiglieri eletti tra le fila della compagine “Lavoriamo per Grammichele”: Rosario Campanello(352), Rosetta Attaguile (264) e Renzo Giandinoto (228).

Agli eletti spetterà il compito di vigilare sull’operato della giunta come scrive su facebook, con estremo fair play, Francesco Specchiale. “Lavoreremo costruttivamente in modo propositivo, richiedendo solo e vigilando - come sempre - che siano mantenute adesso le promesse fatte ai grammichelesi”, spiega. E, numeri alla mano, l’opposizione avrà gioco facile in un consiglio comunale pronto a riservare spiacevoli sorprese al neo sindaco.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento