Live Sicilia

le reazioni

Viabilità di scorrimento, Licandro:
"Scongiurata devastazione"


Articolo letto 2.070 volte
VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
CATANIA -Soddisfazione. Si legge questo nelle note, tante, che stanno arrivando in relazione alla viabilità di scorrimento e alla recente sentenza del Tar che ha respinto in ogni sua parte il ricorso presentato dall'Immbiliare Alcalà per annullare il provvedimento del commissario ad Acta con il quale erano stati resi nulli tutti gli atti che avevano portato all'aggiudicazione in project financing di aree commerciali e parcheggi sul Lungomare a un'associazione temporanea di imprese della quale la Alcalà fa parte.

L'assessore comunale alla Cultura, Orazio Licandro, affida a Facebook il proprio pensiero. "Una lunga, delicata e complessa partita si è conclusa - scrive. Siamo riusciti a scongiurare una devastazione senza precedenti del territorio catanese; una devastazione che in pochissimi, noi in testa con Enzo Bianco, denunciammo ripetutamente nel 2007-2009. Aver contrastato quel disegno prima dall'opposizione e poi dal governo della città - prosegue - è la dimostrazione che esiste una sinistra capace di interpretare con rigore e intelligenza i ruoli diversi in cui di volta in volta è chiamata ad agire. E soprattutto è la dimostrazione concreta che governare non è il male assoluto".

Anche i rappresentanti di Cittainsieme, movimento civico che si è battuto contro i progetti che gravavano sul lungomare catanese, esprimono contentezza. "Apprendiamo con soddisfazione la decisione del TAR di Catania di respingere il ricorso presentato dall'Immobiliare Alcalà contro la deliberazione che nel 2015 era stata adottata dall'allora Commissario ad acta dottor Albino Luigi Lucifora, con la quale si era disposto l’annullamento e la revoca di tutti i provvedimenti emessi a partire dal 2007 riguardo la realizzazione, in project financing, del progetto denominato “Viabilità di scorrimento Europa-Rotolo”, in aderenza alla posizione che la Giunta Comunale - alla fine del 2013 - aveva assunto dopo le dimissioni del precedente commissario Alligo - adottando un atto di indirizzo politico con il quale si disponeva agli uffici competenti la revoca di tutte le autorizzazioni - si legge nella lunga nota a commento della notizia del respingimento del ricorso.

"La Petizione "In difesa del Lungomare di Catania", firmata da oltre cinquecento cittadini e da trentatré associazioni catanesi, presentata il 5 dicembre 2013 a norma dell’art. 44 dello Statuto comunale, ha rappresentato ­l’ultimo passo di un lungo percorso di opposizione al progetto intrapreso dalla società civile fin dal 31 luglio 2009 quando tredici associazioni catanesi, numerosissimi cittadini, professionisti, tecnici e docenti universitari avevano rivolto un appello agli organi di informazione, alla cittadinanza ed alle istituzioni affinché non venisse realizzato il progetto denominato "Viabilità di scorrimento Europa-Rotolo" nei termini descritti in alcune inchieste giornalistiche.

La condivisibile idea di completare il Viale Alcide De Gasperi e chiudere al traffico il Lungomare di Viale Ruggero di Lauria, per ragioni di sicurezza in caso di terremoto e per una valorizzazione turistica e ambientale del nostro territorio, si era infatti trasformata in un inaccettabile progetto che, riducendo l’area che si vorrebbe destinata alla pedonalizzazione, avrebbe sostituito l’attuale assetto del Lungomare di Ognina con una vasta area commerciale in concessione per 38 anni ad un gruppo imprenditoriale.

Preso atto che, al netto di eventuali ricorsi, la vicenda del "Centro commerciale sul Lungomare di Catania" si conclude positivamente, si coglie l'occasione per esprimere il più fermo convincimento in ordine all’opportunità, oltre che all’urgenza, che il Lungomare sia valorizzato dal punto di vista ambientale e collocato nell’ambito di una pianificazione del territorio che includa la cittadinanza nei processi decisionali (così recita d’altronde il nostro Statuto comunale all’art. 40), rendendola adeguatamente informata su ciò che si propone di realizzare".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php