Live Sicilia

la presentazione

Federalberghi, itinerari rurali
per scoprire le meraviglie etnee


Articolo letto 1.853 volte
, Economia

"L’obiettivo del progetto a cui abbiamo lavorato a lungo e’ raccontare un’altra Isola e migliorare la reputazione della destinazione" - così il presidente di Uras/Federalberghi Sicilia, Nico Torrisi.

VOTA
0/5
0 voti

CASTIGLIONE - Paesaggi integri e suggestivi, percorsi inediti o poco noti, angoli di Sicilia autentici e lontani dalle mete più gettonate. Attraverso uno studio attento del territorio Federalberghi Sicilia ha individuato degli itinerari tra terra e mare all’interno della fascia pedemontana e dell’area ionico-etnea. Dieci i comuni coinvolti: Acireale, Aci Bonaccorsi, Aci Catena, Aci Sant’Antonio, Camporotondo, Mascalucia, San Giovanni la Punta, San Pietro Clarenza, Tremestieri Etneo e Valverde, uniti nel progetto “Etna walking rural”.

"Accanto alla regione conosciuta e apprezzata ogni anno da milioni di italiani e stranieri, come dimostrano i dati ufficiali delle presenze, l’obiettivo del progetto a cui abbiamo lavorato a lungo e’ raccontare un’altra Isola e migliorare la reputazione della destinazione - così il presidente di Uras/Federalberghi Sicilia, Nico Torrisi, presso l’azienda agricola Graci a Castiglione di Sicilia, nel corso della conferenza stampa di presentazione di “Itinerari rurali” finanziato con fondi PSR Sicilia 2007/2013 – Come associazione di categoria abbiamo dato risalto ai nostri meravigliosi paesaggi e alle tradizioni dei luoghi. Ci aspettiamo adesso che le Istituzioni facciano la loro parte migliorando le infrastrutture, l’immagine e la sicurezza dei nostri comuni".

"Abbiamo scelto un marchio semplice, moderno e facilmente riconoscibile e uno slogan in grado di comunicare le caratteristiche distintive del territorio" spiegano Bice Guastella e Sarah Bersani di Industria 01, partner di Federalberghi. Claudio Cocuzza di Add Design si è occupato della realizzazione della “casa digitale” del progetto, il sito web etnawalkingrural.it al cui interno sono presenti tutte le informazioni, le foto e le mappe digitali per percorrere gli itinerari: La Natura in città, Il percorso dei Mulini, A strapiombo sul mare. "Parte rilevante del progetto è l’ideazione di una carta sconti a cui si può accedere da qualsiasi parte del mondo scaricando una semplice applicazione per smartphone, con tanti vantaggi per gli utenti e per le imprese in termini di ritorno di visibilità per le aziende" illustra Sabrina Rapicavoli di Prisma. Per Patrizio Galata’ di Pronto Turismo: "Tra i luoghi scelti per raccontare questi itinerari è stato individuato il Cluster Biomediterraneo di Expo 2015, la più grande vetrina dell’agroalimentare. Attraverso alcuni video abbiamo virtualmente portato a Milano le nostre aziende e eccellenze raccontando un territorio legato soprattutto all’enogastronomia".

Un lavoro di squadra sotto il coordinamento di Carmelo Messina dell’ISEI, ideatore del progetto: "Una scommessa a cui ha creduto anche la Regione finanziando il lavoro con la Misura 313 “Incentivazione attività turistiche” – azione B. Siamo in una fase di start up che ha dato già dato grandi soddisfazioni. Dai risultati si vedrà se il modello potrà essere esportato anche in altre realtà dell’Isola".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento