Live Sicilia

CARITAS

Bene confiscato diventa
alloggio per ragazze madri


Articolo letto 1.773 volte
, Cronaca

E’ stato inaugurato questa mattina il gruppo d’appartamento di via Damiano Chiesa. La dimora consentirà di ospitare dodici persone.

VOTA
5/5
1 voto

CATANIA – Un bene confiscato alla mafia per le ragazze madri. E’ stato inaugurato questa mattina il gruppo d’appartamento di via Damiano Chiesa. Presenti l’Arcivescovo, Mons. Salvatore Gristina, il Sindaco, Enzo Bianco e il presidente della Caritas, don Piero Galvano. La dimora consentirà di ospitare dodici persone, almeno tre madri con figli a carico, sotto la supervisione della Caritas diocesana che provvederà a fornire buoni spesa e beni di prima necessità e pagare le utenze. L'Help Center si occuperà della valutazione e dell'inserimento delle donne con i relativi figli minori. Il locale, che il Comune ha affidato in comodato d'uso gratuito alla Caritas, conta di tre vani, più bagno e cucina e sarà fruibile da donne che versano in gravi condizioni economiche e sociali.

Da sin. Gristina, Enzo Bianco e Galvano



L’appartamento di via Damiano si somma a un altro gruppo di appartamento, una struttura di dodici vani in via Vittorio Emanuele, ricevuto in comodato d’uso gratuito dall’Azienda Ospedaliera Vittorio Emanuele-Policlinico. L’Arcivescovo ha sottolineato, oltre al valore sociale del progetto, che “l’intervento mira a convertire i malavitosi” sull’esempio delle parole di Papa Francesco. “Davanti ad eclatanti manifestazioni di male, dobbiamo migliorarci per il operare il bene”, ha aggiunto Gristina. Rifacendosi all’appello dell’Arcivescovo, il sindaco ha lanciato un monito: “Anche se non si convertono, i mafiosi devono sapere che c’è lo Stato che toglie loro i beni e li assegna a che ne ha bisogno”. L’iniziativa “ha la finalità di dare una carezza, un’attenzione a ragazze che vivono una condizione drammatica”, ha aggiunto Bianco individuando nella “disoccupazione giovanile femminile” un ostacolo che segna la vita di tante, troppe donne e madri.

Un plauso arriva dal presidente della commissione bilancio, Vincenzo Parisi. “E’ un segnale evidente di come il lavoro della nostra commissione consiliare stia dando i suoi frutti”. “Si tratta di una proposta che avevano già avanzato, insieme agli altri componenti della commissione, durante il sopralluogo effettuato all’interno dell’immobile in via Damiano Chiesa lo scorso marzo”. “Una seduta itinerante – continua Parisi- che ha contribuito ad accelerare i tempi per la presentazione del regolamento, appena approvato dal consiglio, ed ha risvegliato l'interesse di parecchie associazioni”. A tale scopo la commissione sta stilando un vademecum degli immobili. In città, del resto, gli edifici da destinare a scopi sociali non sono pochi.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento