Live Sicilia

Pedagogia

Il Congresso mondiale
con il catanese Siragusa


Articolo letto 1.951 volte
VOTA
0/5
0 voti

Catania, congresso mondiale, pedagogia, Zapping
CATANIA. Quest'anno la Pedagogia Clinica compie quarant'anni e la ricorrenza sarà celebrata i prossimi 25 e 26 ottobre a Firenze nei saloni del Palazzo dei Congressi, con un evento organizzato dall'Associazione Nazionale Pedagogisti Clinici che porrà l'accento sul divenire della pedagogia clinica in aiuto alla persona. Il Convegno rappresenta un’importante occasione per comunicare percorsi, metodi e tecniche della pedagogia clinica messe in atto dai 16 paesi internazionali partecipanti. Tra i relatori italiani, ci sarà Walter Siragusa, Pedagogista Clinico di Santa Venerina ed operante anche nel suo studio di Aci Catena (che si occupa di difficoltà dell'apprendimento, disagi scolastici, disturbi comportamentali, disagi socio-relazionali dell'adulto e del bambino, autismo, ADHD) cui spetterà il compito di rappresentare la Sicilia al congresso mondiale che si terrà a Firenze, intervenendo con un tema che porrà l'accento sull'intervento educativo in ambito sportivo e sull'importanza che riveste l'adulto nel promuovere stili comportamentali sani ed equilibrati in tutti quei settori in cui il mondo giovanile cresce e si forma.

Walter Siragusa ha elaborato alcuni progetti, rivolti al mondo giovanile, che saranno avviati anche in Sardegna con il prezioso contributo di Donatella Olla (Direttore ANPEC Sardegna) con la quale si è costituito un asse di collaborazione tra le due isole. I progetti sono in fase di studio e potrebbero essere inseriti ad ottobre in seno al congresso mondiale, se ultimati per quella data. A settembre, intanto, Siragusa sarà in Sardegna per incontrare i vertici dell'ANPEC regionale ed alcuni rappresentanti dell'UNICEF al fine di definire alcuni aspetti tecnico-scientifici propedeutici alla realizzazione e conclusione dei progetti che saranno indirizzati al mondo giovanile. Un traguardo ambizioso quello che i due rappresentanti isolani si prefiggono, cercando di estendere la loro azione progettuale negli altri paesi internazionali, approfittando della presenza di importanti relatori ed esponenti del mondo scientifico, per consolidare e migliorare l'azione educativa e formativa dell'Uomo attraverso un confronto tecnico-scientifico e culturale. Il tutto nella convinzione che la conoscenza delle differenze culturali costituiscano delle risorse importanti per migliorare la qualità della vita. “Il Congresso è un'occasione fondamentale - spiega Walter Siragusa - per conoscere e promuovere una cultura dell'educazione che non pone limiti alle distanze ed alle diverse culture, partendo dall'assunto che il benessere della Persona nasce e si mantiene grazie ad un equilibrio psicofisico che la Persona stessa deve mantenere con l'ambiente esterno, in un rapporto di mutuo aiuto”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php