Live Sicilia

Verso le europee

Alfano boccia Crocetta:
"No mutui a coppie gay"


Articolo letto 9.047 volte
angelino alfano, Catania, nuovo centrodestra, pino firrarello, Politica

Alfano attacca Crocetta sui mutui alle coppie gay e poi saluta i catanesi: "Ci sono più persone di quando eravamo in Forza Italia".

VOTA
2.3/5
6 voti

CATANIA- Angelino Alfano ha bocciato, durante il convegno del Nuovo centrodestra, il governo Crocetta "per la concessione dei mutui alle coppie gay". "Io non sono omofobo, ho molti amici gay, ma le risorse non possono che essere destinate alle famiglie normali e ai giovani che cercano lavoro. A noi piace l'antimafia di Crocetta, ma dal suo governo regionale ci aspettavamo impegni concreti che non ci sono stati".

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano non ha dubbi: "Catania è la capitale del Nuovo centrodestra". Alfano è stato accolto da un bagno di folla, in prima fila volti noti del Mpa, a partire dall'ex deputato Roberto Commercio. Presenti anche Salvatore Ferlito, presidente dell'Ance, Giuseppe Castiglione, sottosegretario all'Agricoltura e tutta la deputazione regionale e nazionale.

"Grazie al nostro movimento-ha detto Alfano- l'intero centrodestra è tornato ad essere vincente nei sondaggi. Noi non abbiamo mai attaccato Forza Italia, ma siamo stati massacrati dai giornali vicini a Forza Italia".

Il leader del Nuovo centrodestra è convinto che non ci siano problemi in vista delle europee: "Oggi vedo molte più persone di quando abbiamo chiuso la campagna elettorale delle regionali, è un buon segno, stiamo percorrendo la strada giusta".

Il battesimo alle falde dell'Etna del Nuovo centrodestra è iniziato con la benedizione del senatore Pino Firrarello, Re di Bronte, ex fedelissimo di Berlusconi ma da sempre mentore di Angelino Alfano. Punto primo le europee con Ncd che in Sicilia "farà un ottimo risultato perché Angelino è siciliano e questa terra conosce bene quello che abbiamo fatto". Firrarello non è preoccupato per la candidatura di Barbara Berlusconi "vuol dire che non hanno altre carte da giocare"

D'obbligo un pensiero al governo regionale di Crocetta. Scherza su Patrizia Valenti, "non l'abbiamo scelta noi ma D'Alia" e poi emette la sentenza: "Crocetta sta lavorando bene, ha grande coraggio e notevoli capacità ma potrebbe essere più incisivo". Arriva il turno dell'amministrazione Bianco, "promossa a pieni voti -dice Firrarello- il sindaco di Catania sta riuscendo a portare avanti la città sulla scena nazionale".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento