Live Sicilia

Sequestrata anche la pistola

Paternò, colpo al distributore
Arrestati dai carabinieri


Articolo letto 4.079 volte
VOTA
1/5
1 voto

arresti carabinieri, paternò, pistola, rapina distributore, Cronaca
La pistola ed il denaro sequestrato

La pistola ed il denaro sequestrato



PATERNO'. I Carabinieri della Compagnia di Paternò hanno arrestato in flagranza i paternesi Giuseppe Fusto, pregiudicato di 46 anni e M. A. C., incensurato, per rapina aggravata in concorso, ricettazione, riciclaggio e porto abusivo di arma da fuoco. Alle ore 21 di ieri sera due individui a bordo di una Fiat Uno e con il viso travisato da un passamontagna, hanno messo a segno una rapina a mano armata nell’area di servizio “Esso” della 121 Catania-Paternò, asportando la somma in contanti di circa 1.500 euro. Terminata l’azione delittuosa i malviventi riuscivano a dileguarsi facendo perdere le proprie tracce.

Allertata subito la centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Paternò, i militari hanno subito predisposto un piano antirapina ed un'ora dopo una pattuglia dell’aliquota radiomobile ha intercettato, in piazza Purgatorio un'autovettura ovvero una Lancia Y con due uomini a bordo, uno dei quali il 46enne Giuseppe Fusto. I due, seguiti dalla pattuglia, davano già segni di nervosismo e durante la successiva perquisizione venivano trovati in possesso di una pistola Smith e  Wesson calibro 38 splL con all’interno 5 colpi nonché denaro contante pari ad euro 1500. I due, identificati per l'appunto in Giuseppe Fusto e M. A. C. sono stati accompagnati in caserma dove è stato accertato che  dopo avere messo a segno la rapina i due avevano cambiato autovettura e che la pistola utilizzata aveva la matricola abrasa. I due sono stati tratti in arresto.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php