Live Sicilia

ACIREALE

Riprendono le ricerche di Castro
Sub perlustrano i fondali acesi


Articolo letto 2.193 volte
acireale, Catania, disperso, giuseppe castro, Cronaca
Le ricerche in corso questa mattina a Capo Mulini (Foto Daniela Gieri)

Sono riprese questa mattina le operazioni di ricerca di Giuseppe Castro, disperso da sabato sera. Sulla polemica del torrente Lavinaio Platani è intervenuto l'assessore regionale Marino: "A Gennaio la Regione ha ottenuto il via libera al piano per superare l'emergenza".

VOTA
0/5
0 voti

ACIREALE - Sono riprese all'alba di stamane in contrada Anzalone di Capo Mulini, frazione marinara di Acireale, nel Catanese, le ricerche di Giuseppe Castro, il 53enne disperso dalla serata di sabato scorso dopo essere stato travolto dall'acqua del torrente Lavinaio Platani durante un violento acquazzone mentre era su uno scooter. Oltre alla moto ieri in mattinata sono stati recuperati i jeans e e gli oggetti personali dell'uomo, un impiegato civile al Palazzo di giustizia di Catania. I soccorritori hanno controllato la zona di mare antistante la foce del torrente. Alle ricerche partecipano i sommozzatori dei vigili del fuoco, carabinieri di Catania, agenti del commissariato di Acireale e polizia locale.

Sulla questione del torrente Lavinaio Platani e sulla polemica innescata relativa alle opere di tipo urbanistico e di rete fognaria realizzate nella zona di Santa Maria delle Grazie è intervenuto questa mattina l'assessore regionale all'Energia Nicola Marino a Catania per un incontro sul sistema dei rifiuti. "A gennaio - ha dichiarato - la Regione ha ottenuto il via libera al piano per superare un'emergenza come quella del Torrente Platani. Acireale non può decidere all'improvviso di allacciarsi a Catania".

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento