Live Sicilia

il dopopartita

Maran: "Punto importante"
E Donadoni è soddisfatto


Articolo letto 1.361 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio catania, Catania, catania-parma, donadoni, maran, Sport
CATANIA. Mister Rolando Maran prova a scuotere l'ambiente. E persino il primo punto in campionato, può essere visto come un momento di svolta: "Oggi abbiamo messo in campo lo spirito giusto, quello che volevo. Purtroppo stiamo attraversando un momento particolare, il campo pesante, le assenze per infortunio. Quantomeno, ed è la prima volta, non abbiamo subito reti ma non siamo stati spavaldi. Dobbiamo crescere e continuare su questa strada. C'è stato un momento in cui siamo arrivati con frequenza in area avversaria ma non siamo stati fortunati come in occasione del tiro di Plasil. Credo, però, che abbiamo...svoltato e faremo meglio man mano che riusciremo a migliorare l'amalgama del gruppo".

Gli assenti?

"Leto ha un problema ad un piede e Bergessio si è fatto male e son stato costretto a sostituirlo. Certi equilibri li trovi strada facendo: in questo momento dobbiamo fare di necessità...virtù e non sono arrivati quei risultati che ci avrebbero dato più fiducia. Le assenze forzate finiscono col condizionare il rendimento. Comunque oggi abbiamo messo un mattoncino anche se avrei voluto interrompere la serie di sconfitte con una vittoria. Ma e' un primo passo importante".

Biraghi perché non ha giocato?

"Ho preferito fare altre scelte per le caratteristiche di Biabiany, sgusciante e veloce sulla fascia".

Le condizioni di Bergessio?

"Non le conosco ancora. Dovrà fare degli accertamenti".

Sul fronte opposto, invece, questo il commento di mister Donadoni: "Preferisco guardare il bicchiere mezzo pieno. Mi è piaciuta la voglia della mia squadra di portare a casa un risultato ma certo avremmo potuto sfruttare meglio le 4 palle gol che abbiamo sprecato. Il campo era pesante ma tutti hanno dato il massimo. Non era facile venire qui non subire da una squadra come il Catania. Acquah ha disputato una gara straordinaria, dimostrando grande carattere. Non possiamo dipendere da un singolo e mi è piaciuto lo spirito collettivo. Abbiamo due punti e questo e' un dato di fatto. Non servono i se ed i ma: non abbiamo segnato ed abbiamo mancato l'opportunità di fare un balzo in più in classifica. Il Catania non è mai partito con questo assetto tattico ma meriterebbe una classifica diversa. Tutti hanno fatto la loro parte (compreso Cassano) ed ho fatto le sostituzioni a seconda delle esigenze maturate durante la gara. Quello che abbiamo ottenuto in questi due anni passa solo attraverso il lavoro svolto perché nessuno ti regala nulla. Non so giudicare se quello su Amauri fosse rigore ma in campo ci sono l'arbitro ed i suoi collaboratori per decidere".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php