Live Sicilia

l'incidente della scorta di Crocetta

Zerbo ha ematoma cerebrale
Gricoli in prognosi riservata


Articolo letto 59.296 volte
crocetta, grave, incidente, megaforumv, scorta

Gravissimo incidente ad una delle auto della scorta di Crocetta. 13.00 IL BOLLETTINO MEDICO: "Zerbo ha un ematoma cerebrale, si trova in coma farmacologico e ha riportato diverse fratture; Gricoli è in rianimazione per il decorso post operatorio, Comandatore solo alcune contusioni". Caudo: "Riprende la festa del Megafono a Catania" DIRETTA.

VOTA
3.2/5
113 voti

CATANIA- Una delle auto della scorta del presidente della Regione Rosario Crocetta è stata coinvolta in un gravissimo incidente sulla Siracusa - Gela poco prima delle 20.00 di ieri sera. Nell'incidente sono rimasti coinvolti il segretario di Crocetta Giuseppe Comandatore e gli agenti Antonio Grigoli e Vincenzo Zerbo.

L'IMPATTO. Crocetta stava percorrendo la Siracusa - Gela seguito dalle auto della scorta, una di queste, per cause in corso di accertamento, è sbandata schiantandosi violentemente contro un pilone all'altezza dei nuovi caselli di Cassibile.

Il presidente era atteso a Catania dove è in corso la festa del Megafono. Sul palco, per il dibattito sulla legalità, erano presenti il procuratore di Catania Giovanni Salvi, Ivan Lo Bello ed Enzo Bianco. La notizia dell'incidente è stata comunicata alla sala dal senatore Giuseppe Lumia, che ha letto un breve messaggio inviato da Crocetta. "Sto bene - ha detto il presidente della Regione- ma voglio stare accanto ai miei uomini, li seguirò in ospedale e sarò al loro fianco".

LA DIAGNOSI. Tra i medici che, percorrendo la Catania Siracusa, hanno prestato il primo soccorso in attesa dell'arrivo dell'autoambulanza vi era Michele Anguzza. "L'incidente è avvenuto vicino Cassibile - dichiara a LiveSiciliaCatania lo specializzando catanese in oculistica. L'autista sembrerebbe avere riportato delle lesioni agli arti inferiori, mentre il passeggero seduto dietro ha subito un trauma addominale. Sotto shock invece l'uomo della scorta che viaggiava accanto al conducente. Per lui è stato necessario l'intervento dei pompieri che hanno dovuto estrarlo dalle lamiere della macchina incidentata".

Si trova intubato ed in coma farmacologico, nella divisione di rianimazione dell'ospedale "Umberto I" di Siracusa in prognosi riservata, il capo scorta Vincenzo Zerbo.

RIPRENDE LA FESTA DEL MEGAFONO. "Sono fuori pericolo gli uomini della scorta del presidente Crocetta". Lo dichiara il coordinatore provinciale Giuseppe Caudo che sino a tarda notte è rimasto al fianco di Rosario Crocetta in ospedale per verificare l’evolversi dello stato di salute degli agenti feriti ieri sera durante un incidente stradale. Per queste ragioni l’organizzazione del Megaforum su disposizione dello stesso coordinatore provinciale, Giuseppe Caudo, ha deciso di confermare tutti gli appuntamenti previsti in programma oggi e lo spettacolo conclusivo che vede protagonista sul palco del Megaforum, Rita Botto. Caudo sottolinea che tutto questo è stato deciso in sinergia con lo stesso Crocetta che in questo modo desidera ringraziare a nome suo e degli agenti di scorta tutti coloro che con grande affetto gli sono stati vicini.

LA DIRETTA

Ore 21.30 I tre uomini della scorta rimasti feriti, sono stati trasferiti all'ospedale di Siracusa.

Ore 21.45 Tra i medici che, percorrendo la Catania Siracusa, hanno prestato il primo soccorso in attesa dell'arrivo dell'autoambulanza vi è Michele Anguzza. "L'incidente è avvenuto vicino Cassibile - dichiara a LiveSiciliaCatania lo specializzando catanese in oculistica. L'autista sembrerebbe avere riportato delle lesioni agli arti inferiori, mentre il passeggero seduto dietro ha subito un trauma addominale. Sotto shock invece l'uomo della scorta che viaggiava accanto al conducente. Per lui è stato necessario l'intervento dei pompieri che hanno dovuto estrarlo dalle lamiere della macchina incidentata".

22.05 Beppe Lumia: "Abbiamo il cuore dilaniato. Dei tre ragazzi di scorta uno è ferito gravemente ed è stato trasferito in sala operatoria, stanno cercando di consentirgli di vivere bene".

22.10 Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando: "Sono vicino agli agenti coinvolti nell'incidente di oggi ed esprimo la mia solidarietà al Preaidente Crocetta e alla Polizia di Stato. Aspetto con trepidazione notizie sullo stato di salute degli agenti, alcuni dei quali conosco personalmente".

22.39 Il guidatore ha riportato diverse fratture ed è attualmente sotto i ferri. Un altro agente della scorta è in rianimazione: ha un polmone perforato in seguito ad un trauma toracico.

22.45 Annullati tutti gli appuntamenti della festa del Megafono di Catania. L’organizzazione del Megaforum su disposizione del coordinatore provinciale, Giuseppe Caudo, ha deciso di annullare il corso di formazione per gli amministratori del Megafono che si sarebbe dovuto tenere domani mattina, domenica 22 settembre e tutti gli spettacoli del Megaforum.

Caudo sottolinea che ulteriori modifiche al programma di domani saranno legate all’evoluzione del quadro clinico dei feriti.

23.00 Gucciardi: solidarietà gruppo PD Ars ad agenti feriti. “Siamo profondamente turbati dalla notizia dell’incidente stradale occorso al presidente della Regione e agli agenti della sua scorta. A nome mio personale e dei deputati del gruppo PD esprimo vicinanza al presidente Crocetta, agli agenti feriti e alle loro famiglie. Ci auguriamo di avere presto notizie confortanti”. Lo dice Baldo Gucciardi, presidente del gruppo PD all’Ars, dopo aver appreso la notizia dell’incidente stradale che ha coinvolto le auto di scorta del presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta.

23.07 Il sindaco di Gela Angelo Fasulo appresa la notizia dell'incidente stradale in cui sono coinvolti gli uomini della scorta del Presidente Crocetta affida a facebook ed a Twitter "un pensiero a loro ed alle loro famiglie ed augurio di pronta guarigione". "Siamo vicini ai poliziotti della scorta del Presidente. Uomini validi che lavorano h24 spendendosi per lo Stato con alto senso del dovere, auguri per una pronta guarigione", è invece il messaggio di Alessia Liardi, coordinatore del movimento "Il Megafono" di Gela.

23.10 Dichiarazione ministro D'Alia su incidente Crocetta. “Sono vicino agli agenti di scorta rimasti feriti nell'incidente stradale che ha coinvolto anche il Presidente Rosario Crocetta. Condivido l'ansia dei loro familiari e l'attesa di notizie sul loro stato di salute che auspichiamo siano positive”. Lo afferma il Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione Gianpiero D'Alia commentando la notizia dell'incidente che ha causato il ferimento di alcuni agenti della scorta del Presidente della Regione Rosario Crocetta.

00.10 AGGIORNAMENTO DIAGNOSI: Prognosi riservata per Antonio Grigoli di 41 anni che ha subito una frattura esposta alla caviglia destra e sara' ricoverato in ortopedia. L'addetto al seguito del Governatore, Giuseppe Comandatore, 52 anni, ha invece riportato una serie di forti contusioni. Le sue condizioni non destano particolare apprensione. Il terzo agente, Vincenzo Zerbo, è ancora ricoverato in rianimazione

07.00 Lupo(PD), Vicino ad agenti della scorta e a Crocetta "Sono vicino agli agenti della scorta e al presidente della Regione, Rosario Crocetta, coinvolti questa sera nel grave incidente automobilistico sull'autostrda Ragusa Catania. Esprimo a loro e alle famiglie, a nome di tutto il partito democratico,i migliori auguri di pronta guarigione".Lo ha detto il segretario regionale del Pd, Giuseppe Lupo.

10:30 Giovanni Di Giacinto, presidente del gruppo parlamentare del Megafono all'Ars esprime la vicinanza del movimento fondato da Crocetta agli agenti rimasti feriti durante l'incidente di ieri sera. "E’ già una soddisfazione -dice Di Giacinto- apprendere che nessuno di loro è in pericolo di vita. Le notizie che ci arrivano questa mattina dall’ospedale di Siracusa – afferma il capogruppo – sono confortanti perché l’intervento chirurgico a cui sono stati sottoposti i due agenti della scorta hanno avuto esito positivo. Vorrei sottolineare – aggiunge Di Giacinto – la grande umanità del presidente della Regione che soltanto all’alba ha lasciato l’ospedale dopo esserci sincerato delle condizioni di salute degli agenti della scorta. A loro ed al presidente Crocetta va l’abbraccio dell’intera famiglia del Megafono”.

12:00 Interveniene Lino Leanza di Articolo 4: "Il drammatico incidente che ha coinvolto la scorta del Presidente della Regione Rosario Crocetta mi ha profondamente colpito. Sono idealmente vicino a tutti i feriti. Prego per Enzo Zerbo, uomo dolce, sensibile e sempre disponibile pur se professionale ed attento, che nello scontro ha avuto la peggio. Prego per lui e per la sua pronta guarigione così come per quella dell'altro poliziotto ferito alle gambe Antonio Grigoli le cui condizioni appaiono, fortunatamente, meno gravi. Sono vicino alle famiglie e spero, con loro, tutto ciò possa presto essere solo un brutto ricordo".

12.30 Questa mattina i medici hanno deciso di sottoporre Zerbo ad una nuova tac dopo quella che era stata eseguita ieri sera e che aveva fatto emergere un quadro di ferite serie: trauma cranico, trauma toracico con pneumotorace, frattura del femore sinistro ed anche un'emorragia cerebrale. Il paziente comunque è stato stabilizzato e la nottata è trascorsa senza che si siano evidenziate altre criticità. Nella stessa divisione di rianimazione dell' "Umberto I" è stato ricoverato, anche lui con riserva di prognosi, Antonio Gricoli; In nottata Gricoli è stato sottoposto ad un complesso intervento chirurgico eseguito dall'equipe di ortopedia del nosocomio siracusano per la riduzione di una frattura che ha interessato tibia, perone e caviglia destra. Fratturata anche la rotula della stessa gamba. Il ricovero in rianimazione è stato determinato dalla necessità di uno strettissimo monitoraggio post operatorio. E' stato invece ricoverato nella divisione di chirurgia, Giuseppe Comandatore, 52 anni, addetto alla segreteria del governatore. Per lui una serie di forti contusioni ma nulla di più. Il suo quadro complessivo non viene giudicato particolarmente allarmante ed il ricovero è stato effettuato a scopo cautelativo e, anche in questo caso, per consentire ai medici un monitoraggio costante delle sue condizioni.

13:00 Riprende la festa del Megafono a Catania. "Sono fuori pericolo gli uomini della scorta del presidente Crocetta". Lo dichiara il coordinatore provinciale Giuseppe Caudo che sino a tarda notte è rimasto al fianco di Rosario Crocetta in ospedale per verificare l’evolversi dello stato di salute degli agenti feriti ieri sera durante un incidente stradale.

Per queste ragioni l’organizzazione del Megaforum su disposizione dello stesso coordinatore provinciale, Giuseppe Caudo, ha deciso di confermare tutti gli appuntamenti previsti in programma oggi e lo spettacolo conclusivo che vede protagonista sul palco del Megaforum, Rita Botto.

Caudo sottolinea che tutto questo è stato deciso in sinergia con lo stesso Crocetta che in questo modo desidera ringraziare a nome suo e degli agenti di scorta tutti coloro che con grande affetto gli sono stati vicini.

13.00 Questa mattina i medici hanno deciso di sottoporre Zerbo ad una nuova tac dopo quella che era stata eseguita ieri sera e che aveva fatto emergere un quadro di ferite serie: trauma cranico, trauma toracico con pneumotorace, frattura del femore sinistro ed anche un'emorragia cerebrale. Il paziente comunque è stato stabilizzato e la nottata è trascorsa senza che si siano evidenziate altre criticità. Nella stessa divisione di rianimazione dell' "Umberto I" è stato ricoverato, anche lui con riserva di prognosi, Antonio Gricoli; In nottata Gricoli è stato sottoposto ad un complesso intervento chirurgico eseguito dall'equipe di ortopedia del nosocomio siracusano per la riduzione di una frattura che ha interessato tibia, perone e caviglia destra. Fratturata anche la rotula della stessa gamba. Il ricovero in rianimazione è stato determinato dalla necessità di uno strettissimo monitoraggio post operatorio. E' stato invece ricoverato nella divisione di chirurgia, Giuseppe Comandatore, 52 anni, addetto alla segreteria del governatore. Per lui una serie di forti contusioni ma nulla di più. Il suo quadro complessivo non viene giudicato particolarmente allarmante ed il ricovero è stato effettuato a scopo cautelativo e, anche in questo caso, per consentire ai medici un monitoraggio costante delle sue condizioni.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento