Live Sicilia

La risposta delle istituzioni

Sportello anti-racket a Belpasso
Baluardo di legalità e sviluppo


Articolo letto 2.716 volte
VOTA
5/5
1 voto

belpasso, carlo caputo, Legalità e Sviluppo Economico – Libera Impresa, pasquale pacifico, rosario cunsolo, spoetello legalità, Cronaca
Nella foto, un momento dell'inaugurazione

Nella foto, un momento dell'inaugurazione



BELPASSO. La strada della legalità, quella concreta e non raffazzonata, passa anche per iniziative come quelle realizzate a Belpasso. L’associazione anti-racket “Legalità e Sviluppo Economico – Libera Impresa” ha trovato la sua sede proprio all’interno del Palazzo municipale del Comune pedemontano. Lo sportello è stato inaugurato nel corso di una mattinata nella quale forte è stato il senso di appartenenza alle istituzioni. A tagliare idealmente, e non soltanto, il nastro della sede è stato il presidente dell’Associazione nazionale magistrati di Catania e componente della Dda, Pasquale Pacifico. “Quello dell’associazione anti-racket è ruolo importante – spiega il magistrato – perché è il contatto che permette di collaborare con i cittadini, convincendoli alla denuncia. E’ questa l’unica strada che paga. E paga sia in termini di giustizia che di riscatto economico. Perché è questo che va detto: denunciare è un vantaggio in qualsiasi modo vogliamo vederla”. Ma il presidente Anm, non nasconde che c’è ancora molto da fare: “Indubbiamente, vi è ancora tanta strada da percorrere. Ma associazioni che riescono ad agire attraverso uno sportello come quello che stiamo inaugurando oggi permettono di non lasciare da solo il cittadino che trova, invece, il giusto supporto e sostegno”. E l’appuntamento di Belpasso è senza dubbio anche una piccola, grande, vittoria del suo presidente Rosario Cunsolo: “Mi sento di ringraziare l’amministrazione belpassese per quanto ha fatto per noi – dice -. Lavoreremo affinchè lo sportello diventi baluardo di legalità ma anche di sviluppo economico: non sarà, infatti, soltanto una sfida al racket ma anche ad un rilancio dello sviluppo. Per stare vicini a commercianti e imprenditori a trecentosessanta gradi”.

Presente all’incontro anche il comandante e Capitano della Compagnia di Paternò, Lorenzo Provenzano. A fare “gli onori di casa”, il primo cittadino di Belpasso, Carlo Caputo: “L’associazione svolge anche una funzione di prevenzione ed il nostro Comune intende fare la sua parte fino in fondo: il fatto che si operi all’interno del municipio sia un chiaro segno alle vittime di reati estorsivi che esse non sole di fronte alle istituzioni”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php