Live Sicilia

Megafono

Giovedì il MegaForum, Caudo:
"Sarà momento di riflessione”


Articolo letto 6.695 volte
VOTA
3.2/5
11 voti

Catania, Giuseppe Caudo, megafono, megaForum, terrazza ulisse, Politica
CATANIA. “Il MegaForum non sarà una festa ma un momento di riflessione”. Così il coordinatore provinciale del Megafono, Giuseppe Caudo, presenta ai cronisti la quattro giorni di conferenze e dibattiti che si svolgerà a Catania dal 19 al 22 di Settembre. Sulla location lombardiana che ospiterà i forum, la Terrazza Ulisse, Caudo dice: “Era l’ultima parte da bonificare. Questo posto verrà ricordato come quello dove è nato il Megaforum e non quello dove Lombardo faceva i propri eventi”.

Chiarito questo punto, il coordinatore ha illustrato il programma della convention. Si parte giovedì alle ore 18 con un dibattito su “Etna e Unesco: Ambiente, Agricoltura, Turismo. Quali opportunità di crescita dai modelli di sviluppo sostenibile?”. Saranno presenti gli assessori regionali Mariella Lo Bello, Dario Cartabellotta e Michela Stancheris e il sindaco Enzo Bianco. Al forum prenderanno parte anche il presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, la presidentessa del Parco dell’Etna, Marisa Mazzaglia, Nico Torrisi di Federalberghi, Geatano Mancini a.d. Sac e Francesco Calanna commissario straordinario Esa.

Alle ore 20 sarà la volta di Rosario Crocetta che, intervistato dal giornalista Tony Zermo, farà il punto sull’operato del governo regionale. Venerdì pomeriggio, invece, si parlerà della città etnea. Alle ore 18 avrà luogo il dibattito “La nostra idea di Catania” alla presenza del vice sindaco Marco Consoli, l’assessore Luigi Bosco e i consiglieri comunali del Megafono, Rosario Gelsomino, Ersilia Saverino e Daniele Bottino. Di Catania parleranno anche due ex consiglieri, Franco Montemagno e Francesco Navarria, per raccontare “l’evoluzione della città rispetto all’era Stancanelli”. In serata, invece, si dibatterà di “Sviluppo nella Legalità” con l’unico esponente del governo Letta presente alla quattro giorni: il sottosegretario alla Giustizia, Giuseppe Berretta. Saranno presenti, inoltre, gli assessori regionali, Linda Vancheri, Antonino Bartolotta e Nocolò Marino, il segretario generale della Uil Sicilia, Claudio Barone, l’imprenditore Gaetano Vecchio, il presidente di Rfi, Dario Lo Bosco e Ugo Di Bennardo, direttore centrale progettazione ANAS.

Saranno assenti, invece, Susanna Camusso ed Emma Marcegaglia le cui presenze erano state, in un primo momento, annunciate dai vertici provinciali del movimento. Gli organizzatori dell’evento, spiega Caudo, hanno deciso di revocare l’invito a Susanna Camusso che avrebbe dovuto fare da “contro altare” a Emma Marcegaglia, assente per un lutto familiare. Sabato mattina i giovani del movimento faranno il punto su “La Sicilia dei saperi ” con gli assessori Nelly Scilabra e Maria Rita Sgarlata, il Rettore Giacomo Pignataro e il responsabile cultura nazionale dei Gd, Daniele Sorelli. Alle 18, invece, si parlerà di “Abolizione delle Province, città metropolitane e consorzi di comuni”. Caudo, in seguito ai malumori per l’inclusione di Acireale all’interno del progetto della città metropolitana di Catania, ha fatto marcia indietro dicendo che chiederà all’assessore Valenti di escludere la realtà acese. Al forum prenderanno parte l’assessore Valenti, i deputati Forzese e Malafarina e il Commissario della Provincia Antonella Liotta. In serata il Presidente Crocetta, il Procuratore Giovanni Salvi, il sindaco Bianco, il senatore Beppe Lumia e il vicepresidente di Confindustria Ivan Lo Bello prenderanno parte al forum “La Sicilia che alza la testa”.

La mattina di domenica, invece, gli amministratori del movimento saranno impegnati in un momento di formazione sulla riforma dei rifiuti e patto dei sindaci tenuto da Nicolò Marino. Nel pomeriggio si parlerà di sanità con l’assessore Lucia Borsellino e numerosi esperti del settore, in serata l’ultimo incontro verterà sull’alleanza di centro sinistra. Saranno presenti i deputati Giovanni Pistorio, Beppe Lumia, Giuseppe Lupo, Marco Forzese e Lino Leanza.

Ogni serata prevede un momento di intrattenimento musicale. Le adesioni degli artisti non sono casuali. “La sicilianità sarà al centro del programma delle serate che chiuderanno le giornate di lavoro” come ha spiegato Fabio Chisari. Si tratta di artisti che “aderiscono a un progetto che mette al centro la Sicilia”. Giovedì si esibiranno Gino Astorina e Agata Locerto, venerdì il gruppo “Baciamolemani”. Sabato, invece, sarà la volta di due band: “I figli dell’officina” e “I Beddi”. Domenica un gran finale: l’esibizione della cantante Rita Botto.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php