Live Sicilia

l'incontro

Assistenza per 560 minori
Trojano: "Fatto il possibile"


Articolo letto 1.634 volte
VOTA
5/5
1 voto

assistenza ai minori, Catania, Fiorentino Trojano, Cronaca
CATANIA – Il servizio di assistenza ai minori verrà garantito per 560 soggetti. È questo l’esito dell’incontro di oggi pomeriggio tra i sindacati e l’assessore al Welfare, Fiorentino Trojano, convocato proprio per tentare di risolvere una delicata questione che rischiava di vedere dimezzate le prestazioni da parte dell’amministrazione comunale per l’assenza delle adeguate risorse. “Abbiamo fatto il possibile per garantire l’assistenza al maggior numero di soggetti possibile – spiega Trojano a LivesiciliaCatania – assicurandola a 560 minori, anziché, come ipotizzato inizialmente, a 380, grazie ad alcune risorse, circa 500 mila euro, che l’amministrazione sta cercando di recuperare dal Bilancio in modo da integrare quelle disponibili al momento”.

Trojano sottolinea come la volontà politica della Giunta Bianco sia quella di garantire l’assistenza ai bambini assistiti, anche se le condizioni economiche dell’Ente non permettono di confermare i livelli dell’anno passato quando i minori assistiti erano 718. Le risorse, infatti, sembra non fossero sufficienti a coprire il servizio e questo avrebbe comportato la riduzione delle disponibilità economiche per l’anno in corso. “I 5 milioni del Bilancio – continua l’assessore – sono sufficienti a garantire l’assistenza a 560 bambini che accederanno secondo una graduatoria. D’altronde – conclude – con un bilancio in pre dissesto, non è semplice recuperare risorse”.

La conferma arriva dall’assessore al Bilancio, Giuseppe Girlando: “Bisogna tararsi con le risorse disponibili – spiega; si cercherà di mantenere i livelli di assistenza immutati, quest’anno ma, con il Bilancio di previsione non ancora approvato, è difficile al momento prevedere il recupero di altre somme”.

Critica la Cisl. "La decisione del Comune di portare da 380 a 560 il numero di minori affidati agli istituti educativi assistenziali è apprezzabile ma insufficiente - scrivono i rappresentanti di Cisl e Cisl Scuola. Siamo convinti che ci siano margini per poter fare di più. Il passo avanti dell’assessore è apprezzabile – ribadiscono – ma a fronte delle 1300 richieste appare del tutto insufficiente. Siamo peraltro fortemente preoccupati per la perdita di posti di lavoro che ciò comporterà, perché c’è il rischio reale che chiudano almeno la metà dei 14 istituti interessati. Siamo convinti che ci siano le risorse per poter fare di più e soddisfare il fabbisogno della popolazione salvaguardando lo stato sociale, tenuto conto che si tratta di minori che sarebbero esposti a rischio di devianza".


 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php