Live Sicilia

L'operazione della dda

I migranti riconoscono la nave
Fermati dalla polizia i 15 scafisti


Articolo letto 2.925 volte
Catania, migranti, nave madre, Squadra Mobile, Cronaca

Dopo il sequestro della nave madre da parte delle fiamme gialle, sono stati fermati i 15 membri dell'equipaggio con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - I 15 scafisti sbarcati ieri a mezzogiorno al porto di Catania, equipaggio della "nave madre" che avrebbe portato dall'Egitto 199 migranti che sono sbarcati con una piccola imbarcazione a Siracusa, sono stati fermati. Ieri, la Squadra Mobile aveva espletato tutte le procedure necessarie e dopo la foto identificazione ha sottoposto i 15 egiziani a fermo con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento aggravato dell'immigrazione clandestina.

La nave è stata riconosciuta. Ieri la polizia ha mostrato a molti migranti che erano sbarcati a Siracusa un immagine della imbarcazione posta sotto sequestro dalla Direzione Distrettuale antimafia di Catania e le testimonianze attesterebbero che era quella l'imbarcazione con cui avevano viaggiato durante la lunga traversata.

Quattro degli egiziani fermati erano già conosciuti alle forze di polizia italiane. Infatti, una volta identificati nel locale Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica è emerso che quattro di loro risultavano positivi all'Afis, essendo stati già in passato fotosegnalati e sottoposti ai rilievi dattiloscopici in Italia.

L'operazione è il risultato di un'attività congiunta tra le Squadre Mobili di Catania e Siracusa, la Guardia di Finanza e la sezione navale GdF di Messina.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento