Live Sicilia

Operazione dei carabinieri

San Cristoforo, autocarri rubati
Due fermati e uno ai domiciliari


Articolo letto 3.378 volte
VOTA
3.3/5
3 voti

autocarri rubati, carabinieri, Catania, san cristoforo, Cronaca

Giuseppe Vaglianisi

Cristian Franceschini



CATANIA - I Carabinieri hanno fermato due pregiudicati catanesi Mario Simone Francheschino, 39enne e Giuseppe Viglianisi, 46enne, con l'accusa di ricettazione in concorso. I militari, inoltre, hanno arrestato il pregiudicato catanese Cristian Franceschini, 22enne, per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Mario Simone Franceschino



I fatti. I militari si sono insospettiti quando, durante un servizio di controllo nei quartieri cosiddetti a rischio,  hanno notato i 2 fermati in Via Ss. Assunta; il primo era a bordo di un autocarro e l'altro faceva da "battistrada" con un ciclomotore. Una volta fermato il tir hanno immediatamente scoperto che il mezzo era stato rubato rubato il giorno prima a Santa Teresa di Riva (ME). Tutto questo mentre un'altra pattuglia di carabinieri inseguiva il centauro. Il motociclista è stato acciuffato nei pressi di via Villascabrosa. Tra questa strada e via Moncada i militari hanno trovato altri due  autocarri trafugati in tempi diversi in provincia di Palermo e Messina.

Il 22 enne è stato invece arrestato successivamente quando si è presentato davanti all’ingresso della caserma di Piazza Dante per ostacolare le procedure di fermo di uno dei due uomini. Franceschini ha colpito con calci e pugni la gazzella e ha iniziato a minacciare i militari.

Gli autocarri ritrovati (valore commerciale di circa 150mila euro) sono stati restituiti ai legittimi proprietari. I due fermati sono detenuti nel carcere di Piazza Lanza, mentre il 22enne arrestato è stato posto ai domiciliari.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php