Live Sicilia

asili nido

Bottino e Notarbartolo:
"Garantire il servizio"


Articolo letto 1.365 volte
VOTA
1/5
1 voto

asili nido, Catania, daniele bottino, niccolò notarbartolo, Politica
CATANIA - Sono possitive le reazioni all'annuncio dell'apertura degli asili nido annunciata ieri dall'amministrazione comunale e dai sindacati, anche se rimane alta la preoccupazione che il servizio possa essere nuovamente interrotto. “Continueremo a vigilare e prestare la massima attenzione sugli asili nido comunali: un servizio importantissimo per le famiglie catanesi che non può essere intaccato ma che, anzi, a partire dal 2014 può e deve essere implementato dall’amministrazione comunale -afferma  il consigliere comunale del Partito Democratico e presidente della commissione consiliare Lavori pubblici, Niccolò Notarbartolo, che ha partecipato assieme ad altri componenti della commissione Bilancio a diverse riunioni e incontri sindacali a Palazzo degli Elefanti durante cui si sono affrontati i problemi dei nidi comunali. Al di là delle contingenze di bilancio, sicuramente non facili - aggiunge - la politica deve guardare in prospettiva e siamo convinti che questa sia una priorità anche per gli assessori Girlando e Trojano, già molto impegnati per salvaguardare le attività e i lavoratori”.

Annuncia che presenterà un'interrogazione per chiedere alla Giunta la massima attenzione verso il servizio garantito dai nidi comunali. “Chiederemo alla Giunta catanese la massima attenzione su questa vicenda - conclude Notarbartolo - in modo da assicurare la sussistenza di un servizio pubblico, che deve rimanere tale, e per incrementare gli standard a partire dal 2014”.

Dello stesso avviso Daniele Bottino, capogruppo del Megafono al consiglio comunale che  ha incontrato i dipendenti ed i responsabili di alcune cooperative che gestiscono i servizi degli asili nido comunali. "Il settore degli asili nido è di fondamentale importanza nella nostra società - spiega il capogruppo - e non possiamo permettere che nella nostra città il servizio venga interrotto. L'obbligo dell'amministrazione, come già si sta facendo, è quello di lavorare per trovare delle soluzioni per garantire la continuità del servizio e uno dei punti fondamentali - continua - dovrà essere l'impegno da parte dell'amministrazione nel garantire l'occupazione ai 98 lavoratori dopo la gara d'appalto degli asili nido che si terrà a Gennaio. Il servizio alle famiglie, la continuità del programma dei nostri educatori ed ausiliari verso i piccoli fanciulli, la salvaguardia dei posti di lavoro e l'ottimizzazione del servizio all'interno degli asili, sono i punti su cui l'amministrazione dovrà lavorare e dare delle garanzie. Tutto questo - conclude -  sarà discusso anche attraverso la commissione ai servizi sociali, presieduta dalla collega Erika Marco, con cui si svilupperanno progetti fondamentali per il futuro della nostra città".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php