Live Sicilia

PRIMO GIORNO IN PIAZZA DANTE

Mercato delle Pulci, trasloco
condito di polemiche Ft - Vd


Articolo letto 9.565 volte
angela mazzola, Catania, mercatino delle pulci, piazza dante, Economia

Oggi c'è stato l'esordio, nella nuova location, per il mercatino delle pulci. Non sono mancate le polemiche: alcuni ambulanti, infatti, erano tutt'altro che soddisfatti. L’assessore Angela Mazzola: “La riorganizzazione dei mercati sarà una battaglia di civiltà oltre che di legalità. (Foto Orazio Di Mauro)


CATANIA – Il giorno della prova del nove è arrivato. Da questa mattina, infatti, ha aperto in Piazza Dante il mercatino delle pulci. Una scelta condivisa da alcuni, ma contestata da altri. Molti operatori ambulanti, infatti, avevano criticato la decisione dell’amministrazione di collocare proprio in Piazza Dante il mercatino domenicale, ritenendo quella sede non idonea, a causa degli spazi troppo angusti, e che di conseguenza fosse poco funzionale alle loro esigenze. Un malcontento, che sembrerebbe, anche, essere confermato dal basso numero di domande pervenuto all’amministrazione.

L'assessore Angela Mazzola



Ma l’assessore alle Attività Produttive Angela Mazzola, invece, è fiduciosa e continua a difendere con fermezza la scelta della location, sicura che l’iniziativa aiuterà a rivalutare l’intero quartiere, nel rispetto, soprattutto, della legalità e della trasparenza. Ipotizzando, infatti, che coloro i quali non hanno presentato domanda non avevano nessuna intenzione di mettersi in regola.

“Tutti i processi di legalità – spiega l’assessore Mazzola a LiveSiciliaCatania – servono proprio a far rispettare a tutti le regole. Evidentemente c’è qualcuno che non vuole rispettarle. Ma esattamente come avviene in un gioco, se non si rispettano le regole, non si può giocare”. A riguardo, infatti, l’assessore, insiste perché si comprendano le caratteristiche peculiari di un “mercatino “, caratteristiche che lo rendono diverso e più contenuto rispetto ad un tradizionale mercato. “Se vogliamo davvero – precisa – rivalutare la città, insieme, alla figura del mercato delle pulci, dobbiamo creare un sito elegante. Non si tratta, infatti, di un mercato, per cui un ambulante debba avere uno stallo di 5-8 metri, ma di un mercatino delle pulci, appunto. Dunque, ebbene che sia una cosa aggraziata e contenuta. Vorremmo – aggiunge – che si capissero questi concetti. E’ naturale, che un cambiamento, possa far paura, ma se ci proviamo tutti insieme, ci renderemo conto che può portare solo bene. Tutto viene fatto nell’interesse dei lavoratori, e perché il loro diritto al lavoro venga sempre garantito, ma sempre nel rispetto della legalità”.

Una cornice non scelta a caso, dunque, quella di Piazza Dante, in cui, come sappiamo, ha sede il prestigioso complesso Monastico dei Benedettini. Tra le voci, infatti, serpeggiava anche quella, che la decisione di aprire il mercatino domenicale delle pulci, proprio in Piazza Dante, potesse anche stridere con l’illustre prestigio del Monastero, invitando, pertanto, l’amministrazione a rivedere l’idea, valutando sedi alternative, presenti nella città. “ In molte città europee – sottolinea l’assessore – i mercatini delle pulci sono, appositamente, collocati nei poli di attrazione turistica, proprio per incentivare i turisti, ma anche i cittadini a vivere, e riscoprire in pieno le bellezze della nostra città. Quella zona è trafficatissima e inaccessibile, durante i giorni della settimana, mentre vuota e desolata nel weekend. Sarà una preziosa occasione per valorizzarla”.

Ma la decisione di allestire il mercatino in piazza Dante, riguarderà inevitabilmente anche i residenti. Nel corso di un incontro questa settimana, infatti, i residenti del quartiere avevano avanzato varie richieste, in merito, soprattutto, a viabilità e messa in sicurezza dell’intera area. “ L’assessore Mazzola – spiega Salvo Romano, presidente della I Municipalità – ci ha ampiamente rassicurato, così come immaginavamo. I residenti potranno stare tranquilli, l’intera area è accuratamente vigilata e controllata, a dimostrazione di quanto questa nuova amministrazione sia sensibile agli appelli dei cittadini, e operativa”, conclude.

“Nel corso dell’incontro - ha aggiunto l’assessore Mazzola - ho voluto appositamente l’ispettore Caccamo, proprio perché il servizio d’ordine è svolto dalla Polizia municipale e dalla Questura, che ringraziamo per il supporto. Abbiamo già una mappa planimetrica con l’elenco completo degli assegnatari e la posizione dei transennamenti per l’accesso alla piazza, sorvegliati da pattuglie dei Vigili urbani. A partire dalle 6 di questa mattina gli impiegati dell’assessorato – continua – erano già presenti sulla piazza, per dare supporto e spiegazioni agli operatori e per controllare che tutto si svolga senza problemi. Sono stati installati anche i servizi igienico-sanitari, e posizionata una nuova segnaletica. Abbiamo lavorato tantissimo e pensato a tutto, mettendoci nei panni dei cittadini. D’altronde – conclude l’assessore Mazzola – la riorganizzazione dei mercati è una battaglia di civiltà, oltre che di legalità, per questo chiediamo piena collaborazione agli operatori”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento