Live Sicilia

Le indicazioni per il pagamento

Mascalucia, in arrivo il bollettino Tares
prima rata entro il 31 agosto


Articolo letto 2.160 volte
VOTA
1/5
1 voto

rifiuti, tares, Cronaca
Mascalucia - Sono in tanti i cittadini mascaluciesi che in questi giorni si stanno vedendo recapitare il bollettino di pagamento della nuova tassa sui Rifiuti e sui Servizi (Tares), introdotta dal Governo Monti con il Decreto Legge n. 201 del 2011, meglio noto come “Decreto Salva Italia”, in sostituzione della Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani (Tarsu). La Tares coprirà interamente il costo del servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento, i costi dei servizi indivisibili, tra i quali: l’illuminazione stradale, la manutenzione delle strade ed in generale, tutte le attività comunali non erogate a domanda individuale. La tassa è entrata in vigore all’inizio del 2013 e, per legge, deve essere pagata entro l’anno in cui è stata emessa. Si tratta di una novità che crea disagi economici all’utenza, soprattutto per le modalità di pagamento previste, che vanno a sovrapporsi alle bollette Tarsu del 2012. Per dare un maggiore respiro ai contribuenti, il Comune di Mascalucia ha rateizzato il più possibile i pagamenti in tre rate bimestrali e un’aliquota finale, a conguaglio. La prima rata della Tares, per l’anno 2013, dovrà essere versata entro il 31 agosto 2013; la seconda rata, entro il prossimo 31 ottobre; la terza, entro il 31 dicembre e il conguaglio della quarta rata, entro il 28 febbraio 2014. Una scelta voluta dal Consiglio Comunale con deliberazione n.31 dello scorso 30 luglio e resa immediatamente esecutiva.

“Si tratta di una tassa imposta dallo Stato e di un argomento sempre delicato- ha commentato il Sindaco di Mascalucia, Giovanni Leonardi- per questo motivo l’Amministrazione Comunale, di concerto con l’Ufficio Tributi, sta valutando possibili soluzioni per venire incontro ai cittadini, ai loro dubbi ed alle loro richieste con chiarimenti e risposte esaustive”. Il Sindaco spiega poi che la concomitanza dei pagamenti relativi alla Tarsu del 2012 e alla Tares del 2013 è conseguenza di una scelta gestionale "opinabile" operata dalle passate gestioni: "i cittadini di Mascalucia -spiega Giovanni Leonardi- per una scelta delle precedenti gestioni, si sono ritrovati a pagare nel 2013 la Tarsu del 2012. Amministratori responsabili avrebbero dovuto prevedere che prima o poi una legge avrebbe potuto imporre, com'è avvenuto adesso a seguito del decreto emesso nel 2011 dal Governo Monti, il pagamento entro l'anno di riferimento del tributo. Ecco quel che s'è verificato e, impotenti, ne abbiamo dovuto prendere atto". Il primo cittadino ci tiene anche a chiarire che non è stata l'Amministrazione Comunale da lui guidata a determinare l'importo della nuova Tares notificata in questi giorni all’utenza di Mascalucia: "basta guardare la normativa per appurare che la legge impone dei parametri per il calcolo che si applicano alla Tarsu già quantificata per l'anno 2012. Il calcolo del tributo che grava su ogni cittadino è automatico e purtroppo non abbiamo avuto margine d'azione, siamo stati obbligati ad applicare i parametri imposti dal decreto ‘Salva Italia’".

Le prime tre rate Tarsu dovranno essere effettuate con modello di pagamento F/24 sezione Imu ed altri Tributi Locali, il conguaglio della Tares, sarà, invece, eseguito al momento del pagamento della quarta rata che conterrà la maggiorazione imposta dallo Stato, equivalente a trenta centesimi per metro quadrato a copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili: illuminazione pubblica, manutenzione di verde, pulizia di strade. “Nell’interesse del cittadino, - ha aggiunto l’Assessore ai Tributi, Ing. Michelangelo Sangiorgio- un risparmio sulla bolletta è possibile lavorando molto sul corretto smaltimento dei rifiuti solidi urbani, attraverso la costante collaborazione nella raccolta differenziata porta a porta”. Tutte le informazioni relative al pagamento della Tarsu sono pubblicate sul sito del Comune. L’ Ufficio Tributi riceverà il pubblico il lunedì ed il martedì dalle ore 8,30 alle 13,00 ed il giovedì dalle ore 15,30 alle ore 17,45.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php